Get Adobe Flash player

Al Di Meola è ufficialmente un cittadino di Cerreto Sannita

  
  

Al Di Meola è ufficialmente un cittadino di Cerreto Sannita e forse, nel profondo della sua anima, lo è sempre stato. Il 5 giugno 2017 sarà ricordato a Cerreto Sannita come una giornata intensa, contraddistinta da una carica emozionale costante, nitidamente percepibile. Il trasporto con cui Al Di Meola ha vissuto ogni singolo attimo trascorso a Cerreto Sannita è risultato autentico, reale.

Probabilmente l’artista non si aspettava un’accoglienza tanto calorosa, seppur composta, da parte di una comunità con cui solo ieri, per la prima volta, è riuscito ad avere un contatto diretto.

Proprio per questo motivo, Al Di Meola ha sentito di potersi rivelare, senza filtro alcuno, alle persone che lo hanno accolto come fosse un amico di vecchia data o un parente che non si vede da tempo.

L’autenticità delle emozioni del chitarrista ha trovato piena espressione nel modo in cui ha affrontato i diversi momenti della giornata. È sufficiente scorrere i post pubblicati sulla sua pagina ufficiale Facebook per avere una vaga idea di quanto si sta tentando di descrivere: dalla intensa dedica scritta alla cittadinanza, appena giunto alla Residenza comunale, alla leggerezza dei suoi sorrisi mentre mangia un piatto di pasta fatta in casa; dalle assorte carezze alla porta dell’abitazione del nonno, alla passeggiata libera tra le strade del paese; dalle lacrime non trattenute al momento del conferimento della cittadinanza onoraria, alla magia pura delle note della sua chitarra, che hanno letteralmente riempito il chiostro di Palazzo Sant’Antonio.

È stato un atto d’Amore vero quello compiuto da Al Di Meola negli attimi in cui ha fatto vibrare le corde della sua chitarra, posseduto dal Genio della Musica.

Il silenzio partecipato di chi ha assistito alla sua performance è stato il segno tangibile di una riconciliazione, di un incontro tanto atteso, che si è concretizzato non nella forma di un abbraccio o di una stretta di mano, bensì nel contatto spirituale che ha legato la comunità ad Al Di Meola e viceversa.

Era da tempo che a Cerreto Sannita non si viveva un’esperienza di empatia tanto palese, finanche difficile da collocare negli schemi tipici della quotidianità.

Probabilmente le parole più efficaci sono state quelle del chitarrista, il quale ha definito la giornata di ieri il momento in cui “ha chiuso un cerchio”.

Al termine di una giornata tanto emozionante, il Consigliere comunale Francesco Trotta, nonché Presidente dell’Associazione “#rinnovaMenti” che ha elaborato la proposta di cittadinanza onoraria all’artista statunitense, ha dichiarato: “E’ difficile trovare le parole giuste per descrivere un momento così emozionante. Trovarsi al cospetto di un artista di calibro internazionale come Al Di Meola e saperlo tuo “concittadino”, trascorrere insieme a lui in totale semplicità i momenti di una giornata, scorgerne le emozioni, le lacrime e gustarne l’arte è indescrivibile a parole. Da ieri Cerreto Sannita ha un ambasciatore internazionale delle sue bellezze, un “delegato” che con il cuore parlerà della nostra comunità e la porterà virtualmente in giro per il mondo. Di questo tutti noi dobbiamo essere onorati. Voglio donare al mio paese il regalo più bello che ho ricevuto nella giornata di ieri: l’abbraccio forte, stretto, di Al. L’ho accompagnato alla macchina, che stava per riportarlo a Napoli, ci siamo detti “Arrivederci”, ci siamo stretti la mano, mi ha ringraziato, ci siamo abbracciati forte; in quell’abbraccio c’erano tutti i miei concittadini, tutti quelli che hanno donato qualcosa per questo evento, tutti quelli che hanno sostenuto l’iniziativa. Eventi come questo possono e devono cambiare la nostra mentalità. Siamo tutti chiamati allo sforzo paziente di allargare i nostri orizzonti, di lasciarci arricchire senza presunzione, di cercare ciò che ci rende comunità e che probabilmente in parte abbiamo smarrito. Le nostre origini, questo ci ha insegnato Al, sono impresse nel nostro cuore per sempre. Non dimentichiamolo mai. Grazie ancora al Sindaco e a tutti i Consiglieri comunali, alle attività commerciali, ai “miei” ragazzi di rinnovaMenti. Come ho avuto modo di dire più volte in questi giorni: questo è solo il principio. Manterremo i contatti con Al e Stephanie e il resto di questa bella storia lo scriveremo insieme. Grazie a tutti”.

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Print Friendly
  
  

SOCIAL