Get Adobe Flash player

Guardia Sanframondi. Amedeo Ceniccola: “A proposito di palazzo Marotta-Romano”

  
  

Nel condividere la soddisfazione espressa sulla stampa dal sindaco Panza per aver “… riportato alla luce il palazzo Marotta-Romano” non possiamo fare a meno di ricordare che trattasi di un’opera realizzata con una parte dei  2.500 milioni di vecchie lire chiesti ed ottenuti, nell’anno 2000, dal sindaco Ceniccola dopo aver resuscitato il morto (amministrativamente parlando) e per dare attuazione  al Piano Integrato “nell’area antica del territorio urbano”.

  



  

A tal proposito, va ricordato che il comune di Guardia Sanframondi aveva presentato lo Studio di fattibilità per il Piano Integrato quando i termini stabiliti dalla Regione Campania per concorrere al riparto di 11.879.800.000 lire stanziati per la provincia di Benevento erano abbondantemente scaduti (da circa un anno). Solo una tenace e caparbia azione svolta, in primo luogo, dal sindaco Ceniccola e dopo una stringente consultazione con l’Avvocatura regionale l’assessore all’Urbanistica pro-tempore, Angelo Giusto, nella seduta del 17 settembre del 1999 propone una “riapertura dei termini” per la presentazione degli Studi di fattibilità per la sola provincia di Benevento: permettendo, in tal modo, anche al comune di Guardia Sanframondi di poter presentare la “richiesta di finanziamento del Programma Integrato di riqualificazione  e valorizzazione del Centro storico” firmata dal sindaco pro-tempore Amedeo Ceniccola.

E per dare a ciascuno il suo, vale la pena ricordare  che la succitata opera (assieme a tante altre opere pubbliche) furono prima bocciate in Consiglio Comunale da quei consiglieri che giocavano al “tanto peggio tanto meglio” per impedire all’amministrazione Ceniccola di poter governare e poi bollate  come BUGIE!!! durante la “straordinaria” consultazione elettorale del  maggio 2002 per  ingannare i cittadini-elettori guardiesi e mettere alla gogna il sindaco Ceniccola.  Coloro che ne volessero sapere di più sulla questione non devono fare altro che andare a rileggere l’ intervento fono-registrato pronunciato  il 30 novembre 2001 in Consiglio Comunale dal sindaco Ceniccola allorquando con soli 7 voti favorevoli dei consiglieri di maggioranza  fu approvato un impegno di spesa pluriennale di 100 milioni per il 2002, 100 milioni per il 2003 per il pagamento del compenso professionale  al gruppo di progettazione incaricato per la redazione del Programma Integrato Definitivo.

Inoltre, per avere qualche ulteriore elemento di valutazione sull’opera in oggetto basta andare a rileggere l’intervento fono-registrato pronunciato il 10 dicembre 2002 in Consiglio Comunale dal dott. Amedeo Ceniccola  ( in qualità di capogruppo di minoranza). Tali precisazioni si è rendono necessarie perché quando non si è capaci di ricordare e riconoscere ad una forza politica quelli che sono stati dei legittimi meriti politico-amministrativi si finisce solo per alimentare una forte divisione nel paese e si finisce per stravolgere i veri valori di una comunità condannandola all’arretramento.

Amedeo Ceniccola

Presidente  Ass. Rinascita Guardiese                                               

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 5.5/10 (2 votes cast)
Guardia Sanframondi. Amedeo Ceniccola: "A proposito di palazzo Marotta-Romano", 5.5 out of 10 based on 2 ratings
Print Friendly
  
  

SOCIAL