Get Adobe Flash player

Telese: opere di compensazione e tracciato ferroviario, la posizione di Aceto

  
  

Il consiglio comunale ha discusso, nei giorni scorsi, del rendiconto 2016 e del tracciato ferroviario. Riguardo al secondo punto, il consiglio ha preso atto del parere espresso dagli organi tecnici sulla proposta, avanzata nei mesi di scorsi, di un percorso alternativo della nuova linea alta capacità–alta velocità. Il progetto rimane pertanto quello originario di RFI.

Il consiglio era chiamato anche ad approvare delle proposte compensative. Durante il dibattito, nel quale le opposizioni hanno inteso integrare l’elenco presentato dalla maggioranza,  ho ritenuto di intervenire prima con una mozione sull’ordine dei lavori, e poi con una proposta politica. In mancanza di una relazione da parte del sindaco in apertura del punto, infatti, la discussione era scivolata rapidamente lungo il crinale dello scontro, che nulla di buono lasciava presagire riguardo l’esito della votazione. Molti erano i punti di distinzione: si pensi ad esempio al dimenticato piano urbanistico comunale, di cui abbiamo invece estremo bisogno.

Ho pertanto proposto di approvare la delibera presentata dalla maggioranza, delegando tuttavia la giunta a perfezionare l’elenco dei progetti compensativi entro pochi giorni. Ne è scaturito un intenso dialogo, chiuso da una conferenza dei capigruppo che ha sancito di inserire, seduta stante, due opere suggerite dalle opposizioni: la creazione di parco archeologico e fluviale presso la Torre normanno-longobarda e una moderna isola ecologica a servizio dei cittadini.

È stata ugualmente accolta la proposta di indicare in delibera, quale opera di assoluta priorità, la costruzione del polo scolastico. Su queste basi la delibera è stata votata all’unanimità, risultato che rafforza sicuramente la città di Telese Terme.

Non è mancata la mia critica, riguardo al polo scolastico, a quanto accaduto in questi anni e alla responsabilità del Partito Democratico. Le mie dimissioni dalla Provincia di Benevento, infatti, furono dovute anche all’ennesimo impantanamento del progetto di allargamento del plesso di piazza Ferrovia, progetto redatto e pagato da tecnici incaricati dalla Provincia. Le difficoltà di quest’ultima derivano tutte dalla pessima riforma De Rio e dal paradossale referendum costituzionale. Scelte di cui il PD porta tutte le responsabilità e delle quali ho chiesto conto al sindaco Pasquale Carofano.

Intanto è emerso che le compensazioni per l’intero lotto dovrebbero aggirarsi tra i 140 e i 150 milioni di euro, e di questi una buona parte dovrebbero interessare Telese, che è il comune maggiormente impattato dalle opere ferroviarie. Entro dicembre sarà redatto il progetto definitivo e sarà convocata la conferenza dei servizi. Le gare dovrebbero partire entro la primavera del 2018.

Riguardo al rendiconto 2016, approvato come al solito dopo la diffida prefettizia, sottolineo che il sindaco – anche in questo caso l’unico dei suoi a prendere parola – ha criticato l’azione di Equitalia, che a fronte di ben 10 milioni di euro accertati riesce a incassare ben poco. Anche perché in molti casi i debitori sono nullatenenti. Ho pertanto ricordato il grave errore politico, commesso dalla maggioranza nell’autunno del 2015, che bocciò la proposta di baratto amministrativo perché loro «non si fanno dettare l’agenda dall’opposizione». Oggi si presenta il conto della miopia politica.

Infine, nel caso delle mancate riscossioni non ho potuto non ricordare il famoso «Cucù, Equitalia  non c’è più», che l’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi canticchiò in diretta televisiva. Ennesima bugia politica, mentre i comuni e i cittadini arrancano con un ente percepito come vessatorio. Ho proposto pertanto di avviare le procedure per interrompere il rapporto con Equitalia.

Ho infine chiesto degli approfondimenti sulla TARI e sul risparmio di spesa garantito dal contratto rifiuti, redatto e assegnato ormai tre anni fa. La speranza è che, almeno stavolta, le risposte non arrivate in consiglio possano giungere in questi giorni.

 

Per Telese Bene Comune

f.to Gianluca Aceto

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Print Friendly
  
  

SOCIAL