Guardia Sanframondi. I Riti Settennali nel catalogo del “Patrimonio culturale immateriale campano”

  
  

Prestigioso riconoscimento per i Riti Settennali di Guardia Sanframondi. La Regione Campania ha iscritto i Riti nell’inventario Ipic degli elementi culturali immateriali campani.

Un inventario che cataloga il patrimonio culturale immateriale e le pratiche tradizionali connesse alle tradizioni, alle conoscenze, al saper fare della comunità campana, così come definite dalla Convenzione UNESCO per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale del 17 ottobre 2003, ratificata dall’Italia con legge n°167/2007.

  
  

Oltre ai Riti Settennali per il Sannio hanno ricevuto lo stesso riconoscimento:

  • “L’Infiorata“ del Comune di Cusano Mutri;
  • La “Festa dei carri artistici del grano” in onore della Madonna del Carmine del Comune S.Marco dei Cavoti;
  • Il “Carnevale della Scardone” del Comune di Pietrelcina;
  • La “Festa del Grano”, del Comune Foglianise;
  • La “Ceramica artistica di Cerreto Sannita e San Lorenzello”;
  • La “Mait(e)nat(e) – Serenata nominativa” del Comune di Ponte.
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
Guardia Sanframondi. I Riti Settennali nel catalogo del "Patrimonio culturale immateriale campano", 10.0 out of 10 based on 2 ratings
Print Friendly