Guardia Sanframondi: Questione scuola, opposizione preoccupata

pubblicato in: Guardia Sanframondi | 0
  
  

Sotto la lente il rischio chiusura dell’Istituto Superiore ed i lavori al Plesso De Blasio. La situazione della scuola e le preoccupazioni espresse dalla dirigente Grazia Pedicini – malgrado le rassicurazioni dell’assessore comunale alla pubblica istruzione Elena Sanzari, che ha garantito i prosieguo dell’attività formativa grazie al numero di iscrizioni raggiunte – sono salite in cima all’agenda dell’opposizione.
Il gruppo consiliare “Tutti per Guardia” vuole vederci chiaro ed andare fino in fondo. Con una interrogazione presentata al protocollo dell’ente, gli esponenti di opposizione (Filippo Pigna, Lino Orso, Angela Garofano e Carlo Falato), pongono al sindaco Floriano Panza un quesito con la richiesta di conoscere “…la reale situazione riguardo il Polo Scolastico Superiore Galilei-Vetrone e quali iniziative sono state messe in atto per scongiurare il rischio di chiusura paventato dalla Dirigente Scolastica”.

Ricordiamo che nelle scorse settimane la Pedicini aveva inviato una lettera alle famiglie, riportata sul nostro giornale, con la quale si diceva preoccupata per il “…fenomeno di esodo dei ragazzi guardiesi verso scuole superiori degli altri paesi della Valle Telesina, solo in parte compensato da una tendenza inversa di studenti non guardiesi verso la nostra scuola”. Insomma una situazione che aveva minato il futuro dell’Istituto”.
Quindi sulle parole rassicuranti della Sanzari, l’opposizione precisa: “L’assessore non fornisce elementi indicativi chiari inerenti le preoccupazioni paventate dalla Dirigente”.

  
  

Ma l’opposizione apre anche un altro caso, quello dell’Istituto De Blasio: “Diversi genitori hanno posto rilievi circa l’esecuzione di lavori da parte dell’Amministrazione nel plesso scolastico nel periodo natalizio, con la creazione di nuove aule per ospitare una struttura d’ambito, determinando preoccupazioni circa la sicurezza per le vie di esodo e per l’accessibilità alla struttura stessa da parte di bambini disabili”.
In merito si chiede al sindaco: “Con quali atti sono stati autorizzati i lavori presso l’istituto Comprensivo De Blasio e se i lavori realizzati non ledono la sicurezza e l’accessibilità per i fruitori dell’istituto stesso. Con quale atto è stato deciso lo spostamento della struttura d’ambito da Via Campopiano al plesso scolastico De Blasio”.

di Antonio Caporaso

FONTE:https://antoniocaporasosannio.blogspot.com

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Print Friendly