Sant’Agata de Goti. Il sindaco interviene sulle retribuzioni arretrate degli operai addetti alla forestazione

pubblicato in: Notizie dal Sannio | 0
  
  

Con una nota inviata al presidente della Comunità Montana del Taburno Giacomo Buonanno, il sindaco della città di Sant’Agata de’Goti, Giovannina Piccoli interviene sulla problematica relativa al pagamento delle retribuzioni arretrate in favore degli  operai addetti alla forestazione, che  da oltre un anno non percepiscono le indennità stipendiali.

“Pur comprendendo lo sforzo che sta profondendo sulla questione, scrive la Prima Cittadina santagatese rivolgendosi al Presidente dell’ente montano, mi permetto suggerirle di far predisporre per il prossimo Consiglio generale della CMT un punto specifico per una delibera finalizzata a dare ancora maggiore forza alle legittime richieste degli operatori del comparto e far voti alla Regione Campania affinché risolva li via definitiva questa annosa vicenda, stante anche la convocazione delle sigle sindacali di categoria per il giorno 16 ottobre prossimo presso la sede della Giunta regionale della Campania proprio sul tema di cui all’oggetto, unitamente alla presidenza UNCEM Campania”.

“Piena e totale disponibilità, prosegue il sindaco Piccoli, a sostenere ulteriori forme e azioni politico-istituzionali da portare avanti, se condivise, con tutti sindaci del territorio interessato”.

  
  

“Di sicuro… dichiara il Sindaco Piccoli…. la mia iniziativa, insieme alle tante, messe in campo in questi anni, anche dalle altre amministrazioni della Comunità Montana del Taburno, vuole richiamare l’attenzione della politica regionale sulla necessità di garantire il diritto alla retribuzione dei dipendenti della forestazione che operano sul territorio nell’interesse della sicurezza dell’intero sistema forestale.

 Vista, inoltre, la grande sensibilità che sta promuovendo azioni sulla necessità della difesa dell’ambiente e del territorio, è impensabile che il complesso delle Comunità Montane della Regione e gli addetti alla forestazione, le prime sentinelle del territorio, siano penalizzate e  venga così poco avvertita la necessità di mettere fine a questa vicenda incresciosa che li vede privati della retribuzione da più di un anno.

So dell’impegno del Presidente Buonanno, e lo ringrazio.

Auspico che un piano di recupero delle pregresse mensilità sia associato alla garanzia di regolarizzazione dei pagamenti futuri”.

La missiva si chiude con la comunicazione dell’avvenuto provvedimento di nomina del rappresentante dell’Ente in senso al Consiglio Generale della Comunità Montana del Taburno. Il sindaco Giovannina Piccoli ha delegato, in data  14.10.2019, il consigliere comunale Renato Lombardi.

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Print Friendly