Sorgenti di Cultura, 2000diciassette e Parco del Grassano presentano le apericene letterarie

pubblicato in: Notizie dal Sannio | 0
  
  

Sorgenti di cultura. Quattro appuntamenti letterari. Quattro serate nella verde e refrigerante location del Parco del Grassano dove si susseguiranno gli autori di Edizioni 2000diciassette. La casa editrice di Telese Terme (Bn), in partenariato con il Parco del Grassano di San Salvatore Telesino (Bn), si cimenta in una nuova sfida. Nell’ambito dell’apericena del martedì, allestita nella bella cornice della terrazza del Parco, si innesteranno, in quattro diversi momenti, i vari autori ospiti di una serata che oltre al piacere del buon cibo e dell’intrattenimento contemplerà rapide “incursioni” letterarie. Una collaborazione pienamente calzante con la linea editoriale della casa editrice, come evidenziato ancora una volta dal Direttore Editoriale Maria Pia Selvaggio, che ringrazia il Parco del Grassano per la sensibilità dimostrata nel condividere questo esperimento culturale: quattro serate in cui musica, cibo e letteratura “interagiscono” artisticamente con gli autori di Edizioni 2000diciassette coinvolti e a loro volta “chiamati” a coinvolgere il pubblico presente.

Si comincia martedì 18 luglio – ore 21 – con Cristina Liberti (‘a Cuore Aperto’) e si prosegue con il seguente calendario: martedì 25 luglio apericena con ospiti della serata: Patrizia Bove _‘Se bastasse un momento di gioia’; Angela Iacobucci _‘Quella Garibaldina della mia trisavola’ e Michele Selvaggio _‘Telesia 1349 Peste e Terremoto’; martedì 22 agosto apericena con ospite della serata Anna Maria Parente _‘Piove sui Silenzi’ per chiudere con martedì 29 agosto apericena con ospiti della serata AA.VV. Antologie letterarie ‘d’Autunno’ & ‘Je suis Chocolat’. Solo quattro serate. Tra natura e cultura. Cibo e letteratura. Poesia e musica.


  
  

Cristina Liberti – a Cuore Aperto

“La freschezza arrogante di passioni d’amore che – conquistate dal cuore in modo insolente – si saldano in un volteggio poetico e racchiudono ombre profetiche. Il tutto mescolato con i virtuosismi cosmopoliti della poesia, densa di meravigliosi ghirigori metrici”. Scrive così il Direttore Editoriale di Edizioni 2000diciassette Maria Pia Selvaggio nella quarta di copertina. Una pubblicazione accompagnata da immagini pensate e create, a partire dalla copertina delicata e intensa, nel fine ultimo di tracciare il percorso cosciente di una narrazione poetica che diviene testimonianza di sé agli altri. “Un immenso braciere – scrive ancora Maria Pia Selvaggio – dove le parole, giocando, attraversano la foga e la disinvoltura di esistere. La tappa di una presa di coscienza”.

Brevi cenni biografici autrice

Cristina Liberti nasce il 3 Settembre 1994 nella stregata Benevento. Sin da bimba si appassiona alla lettura e alla scrittura, divora libri di qualunque tipologia, non perde occasione per scrivere qualche frase addirittura sugli scontrini della spesa e invade la casa di piccoli bigliettini con dediche per chiunque incontri. Questa sua passione la porta alla scelta del Liceo Classico. Al termine degli studi prosegue la sua strada trasferendosi nella capitale, scegliendo la facoltà di Giurisprudenza presso la Libera Università Maria Santissima Assunta (LUMSA). Si discosta per un breve periodo dalla sua passione per la scrittura e torna ad avvicinarvisi in un momento di particolare difficoltà che attraversa. Sente quindi l’esigenza di trasmettere, comunicare le sue emozioni. Questo è il suo primo libro di poesie.

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Print Friendly

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE