Accadde oggi: 10 agosto 1910, a Benevento, Padre Pio diventa sacerdote

pubblicato in: Accadde oggi | 0
Condividi articolo

Nella calda mattinata del 10 agosto 1910, Fra Pio lasciò Pietrelcina per raggiungere Benevento, più precisamente il duomo, per ricevere l’ordinazione sacerdotale da parte di Monsignor Paolo Schinosi, arcivescovo di Marcianopoli. Venne accompagnato dalla mamma Peppa, che piangeva ininterrottamente di commozione, e dall’arciprete Zì Tore, Don Salvatore Pannullo. Suo padre non c’era, perché era nuovamente emigrato in America. La toccante ed emozionante cerimonia si svolse nella cappella dei canonici: Fra Pio si stese per terra, con la faccia sul pavimento dinanzi all’infinita grandezza di Dio, pregando tutti i santi, invocando lo Spirito Santo, Spirito creatore, dono dell’Altissimo, Spirito Consolatore, Rivelatore del Padre e del Figlio Unigenito.

Mise le mani in quelle dell’arcivescovo e fu investito dal soffio dello Spirito per rimettere i peccati degli uomini. Alla fine della Santa Messa, sua madre e i suoi parenti ricevettero la loro prima benedizione. Al ritorno a Pietrelcina, Pio fu accolto da una bellissima sorpresa musicale, voluta e organizzata dalla zia Peppa. Gli abitanti lo accolsero gettandogli addosso dei pezzi di raffaioli, il dolce tipico del borgo sannita, e Padre Pio procedeva sempre a testa bassa, per umiltà e per la grande emozione che lo pervadeva. La sua prima Messa sacerdotale venne officiata dopo quattro giorni, nell’attuale casa parrocchiale di Pietrelcina. Una lettera che lo stesso Padre Pio scrisse a Padre Agostino due anni esatti dopo l’ordinazione sacerdotale, dice: “Ma, Padre mio, mentre io scrivo, dove vola il mio pensiero? Al bel giorno della mia ordinazione. Domani ,festa di San lorenzo, è pure il giorno della mia festa. Ho già incominciato a provare di nuovo il gaudio di quel giorno sacro per me. Fin da questa mattina ho incominciato a gustare il paradiso… e che sarà quando lo gusteremo eternamente? Vado paragonando la pace del cuore, che sentii in quel giorno, con la pace del cuore che incomincio a provare fin dalla vigilia, e che non ci trova nulla di diverso. Il giorno di San Lorenzo fu il giorno in cui trovo il mio cuore più acceso di di amore per Gesù. Quanto fui felice, quanto godei quel giorno”. 

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Print Friendly