Accadde oggi: 15 agosto 1483, l’inaugurazione della Cappella Sistina

pubblicato in: Accadde oggi | 0
Condividi articolo

Il 15 agosto 1483 la cappella Palatina del Palazzo Apostolico, ovvero la Cappella Sistina, venne ufficialmente consacrata con una messa dedicata all’Assunzione della Vergine Maria. Parliamo di uno dei capolavori culturali e artistici conservati nella Città del Vaticano, celebre per i maestosi affreschi di Michelangelo Buonarroti, Sandro Botticelli, Pinturicchio, Pietro Perugino, raffaello Sanzio e tanti altri e dei tanti e meravigliosi arazzi. È certamente uno dei luoghi artistici più importanti del mondo che ospita il conclave e altre cerimonie ufficiali del Papa. La cappella fu inserita in una vasta opera di ristrutturazione del tessuto urbano di Roma, e l’inizio dei lavori si ebbe nel 1475 su progetto di Baccio Pontelli, e realizzata da Giovannino de’ Dolci, vedendo, nella sua realizzazione, la partecipazione dei grandi maestri del rinascimento italiano, come Botticelli, Perugino, Pinturicchio, Ghirlandaio, Signorelli.

Caratteristica la sua navata rettangolare lunga 40,93 metri e larga 13,41, le stesse dimensioni del Tempio di Salomone, così come riportate nell’Antico Testamento. Un chiaro segno di continuità tra la storia del popolo di Israele e la comunità di Cristo. L’anno successivo, Sisto IV morì e gli successe il nipote Giulio II della Rovere che incaricò Michelangelo Buonarroti di decorare la volta e le lunette, terminati nell’ottobre del 1512. Gli affreschi dell’altare, con il celebre Giudizio Universale furono portati a termine, invece, tra il 1525 e il 1541. Fu quello il momento in cui, per il mondo intero, la Cappella Sistina divenne scrigno di uno dei tesori artistici più preziosi del patrimonio artistico mondiale. All’interno della Cappella Sistina si trova un organo a canne, collocato nell’angolo destro della controfacciata, strumento inaugurato nel dicembre del 2002 con un concerto dell’organista Gianluca Libertucci alla presenza di varie autorità vaticane, come il cardinale Angelo Sodano e monsignor Piero Marini. L’organo ha due tastiere di 56 tasti ognuna e una pedaliera di 30 tasti ed è a trasmissione completamente meccanica.

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Print Friendly