Accadde oggi: 2 ottobre 2005, viene introdotta la Festa dei nonni

postato in: Accadde oggi | 0
Condividi articolo

I nonni sono i nostri angeli custodi, a qualsiasi età. Non vi è adulto che non li ricordi con commozione, non vi è bambino che non li tenga custoditi nel profondo del cuore. I nonni sono gli occhi amorevoli della nostra esistenza, le carezze e i sorrisi dolci, la protezione, la coccola, l’affetto e la saggezza, le favole più belle, le tradizioni da portare avanti, all’infinito. Il 2 ottobre 2005 fu introdotta in Italia la festa più dolce e tenera che ci sia, già vigente negli Stati Uniti dal 1978, per ricordare l’importanza del ruolo dei nonni nelle famiglie e nella nostra vita quotidiana. In realtà, la festa venne originariamente introdotta con la legge n. 159 del 31 luglio 2005. L’idea originaria nacque in America nel 1970 su proposta di una casalinga, Marian McQuade, madre di quindici figli, nonna di quaranta nipoti, che rivendicava l’importanza del ruolo dei nonni nella crescita delle giovani generazioni. Negli USA i nonni vengono festeggiati la prima domenica di settembre, in Inghilterra la prima domenica di ottobre, in Italia è stata scelta la data del 2 ottobre perché è questa la ricorrenza degli Angeli custodi.

La festa dei nonni, come la festa del papà e la festa della mamma, non è considerata festa nazionale e non prevede la chiusura delle scuole. Piuttosto, è una festa per la quale la legge chiede che vengano promosse iniziative per approfondire le “tematiche relative alle crescenti funzioni assunte dai nonni nella famiglia e nella società”. Un festa concepita come punto di incontro dell’assoluto amore di nipoti e nonni, angeli custodi del focolare, appunto, memoria vivente e viva nei nostri cuori, delle nostre stesse memorie. Che siano disegni filastrocche o poesie, manine dipinte, o teneri abbracci, un regalo per i nonni è sempre quello giusto quando racchiude l’amore di un nipote innamorato.

Il ruolo dei nonni è un tesoro familiare preziosissimo per piccoli e grandi, è di primaria rilevanza, poiché un piccolo che cresce in un ambiente per lui rassicurante, sarà un bambino sicuro di sé e diventerà un adulto capace di amare. La relazione che lega nonni e nipoti è unica e irripetibile: i più anziani trasferiscono ai più piccoli protezione e affetto genuino, mentre i bambini riescono a donare con estrema facilità allegria ai propri nonni, riempiendo la loro vita di piccoli impegni quotidiani e amore. I nonni fanno da mediatori tra la necessità del bambino di gioco e leggerezza e il compito educativo del genitore, contravvenendo a qualche piccola regola e concedendo magari qualche vizio in più. È dai nonni che il bimbo si rifugia quando è in difficoltà o quando ha bisogno di un secondo parere rispetto a mamma e papà. I nonni sono tesori preziosi da custodire, da portare nel cuore e da non lasciare mai andar via. Vogliamo lasciarvi, con immenso piacere, con una tenera poesia di Gianni Rodari, il cantore delle emozioni della fanciullezza.

Quanti capelli bianchi
ha il vecchio muratore?
Uno per ogni casa
bagnata dal suo sudore.
Ed il vecchio maestro
quanti capelli ha bianchi?
Uno per ogni scolaro
cresciuto nei suoi banchi.
Quanti capelli bianchi
stanno in testa al nonnino?
Uno per ogni fiaba
che incanta il nipotino.





Print Friendly, PDF & Email