Accadde oggi: 5 ottobre 1975, in onda il primo episodio di Goldrake

postato in: Accadde oggi | 0
Condividi articolo

Il primo episodio di Goldrake, Il principe Duke Fleed fugge dal suo pianeta Natale finito nelle mire del feroce re Vega, venne trasmesso il 5 ottobre 1975. Nell’episodio in questione, raggiunta la Terra sotto le mentite spoglie di Actarus, venne accolto all’Istituto di ricerche spaziali, diretto dal Dr Procton, che proteggeva con il suo robot dagli attacchi alieni. Goldrake è lo storico cartone animato prodotto dalla Toei Animation e trasmesso in ben 74 episodi. Una serie ispirata all’omonimo manga del fumettista Gō Nagai, introdotto da un film pilota di trenta minuti rispetto al quale vennero apportati diversi cambiamenti. Mazinga era già famoso e seguitissimo, ed era più vecchio di qualche anno, ma Goldrake è stato il primo cartone animato robot a essere trasmesso in Italia, con il nome di Atlas Ufo Robot. Un successo istantaneo, immediato, dal quale fu prodotto anche un 45 giri con le sigle della prima serie, che vendette oltre un milione di copie, ottenendo il “disco d’oro”. Le due sigle furono eseguite da Vince Tempera, prodotte dalla Fonit Cetra e cantate da Michel Tadini che si firmò inizialmente con lo pseudonimo Actarus.

Il titolo Atlas Ufo Robot deriva dalla brochure visionata dalla Artom e preparata dalla Pictural Films o da Antenne 2, che in copertina riportava la dicitura Atlas Ufo Robot, in cui Atlas indicava proprio una brochure, mentre il titolo era Ufo Robot, Eppure, il titolo venne frainteso e il termine Atlas venne indicato come parte integrante della serie. C’è da dire che negli ultimi anni i produttori hanno affermato che l’inclusione di Atlas nel titolo non fu un errore ma una scelta voluta, perché il nome richiamava Atlante (Atlas in greco antico), che nella mitologia era il gigante che sostiene il mondo sulle sue spalle, così come Goldrake sostiene le sorti del pianeta Terra e dell’umanità intera. Il termine Goldrake, invece, potrebbe derivare sempre dalla Francia, o dall’anglicizzazione di Goldoràk. Sono in tanti a sostenere che si possa trattare della fusione dei nomi Goldfinger e Mandrake, anche se più verosimilmente l’origine del nome si potrebbe riscontrare in un altro GoldrakeGoldrake, l’agente playboy (Edizioni EP), fumetto italiano per adulti realizzato da Renzo Barbieri e Sandro Angiolini nel 1966. I nomi italiani dei personaggi, mutuati quasi tutti dall’adattamento francese, sono di pura fantasia, a eccezione di AlcorMizar e RigelVega che sono nomi propri di origine araba di altrettante stelle. Actarus è la trascrizione fonetica della pronuncia inglese di Arcturus (Alpha Bootis), nella costellazione di Boote, mentre Venusia viene chiaramente dall’aggettivo venusiana, ossia del pianeta Venere, e Procton deriva probabilmente dall’inglese proton (protone), o dal nome francese del personaggio, Procyon, che pure è una stella.





Print Friendly, PDF & Email