Ecco le normative per le vacanze al mare: bagno al mare senza rischio contagi

postato in: Attualità | 0
Condividi articolo

Arriva l’estate e arrivano le vacanze al mare. E fare il bagno al mare senza paura di restare contagiati si può. È una rassicurazione arrivata dall’Istituto superiore di sanità (Iss) nel Rapporto sulle attività di balneazione in relazione alla diffusione del virus SARS-CoV-2 in cui “assume scarsa rilevanza il rischio correlato alla potenziale contaminazione delle acque da reflui o da escreti infetti presenti a monte dell’area di balneazione o diffusi da imbarcazioni. Le misure di controllo e monitoraggio a carattere ambientale e sanitario applicate in base alla normativa vigente, infatti, ma anche la suscettibilità̀ del virus alle variabili ambientali rendono trascurabile il rischio”. In spiaggia sono vietati gli assembramenti, le feste, gli eventi musicali se non solo di ascolto. Gli accessi agli stabilimenti attrezzati prevedono la prenotazione; per le spiagge libere, invece, la sorveglianza risulta difficilmente praticabile, per cui gli stessi sindaci e gli altri enti locali competenti sono chiamati ad applicare le misure di riduzione del rischio. Le regole da rispettare sempre sono: rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vigilare sul distanziamento dei bambini; accurata igiene personale, pulizia e disinfezione frequenti delle mani; starnutire e/o tossire in fazzoletti di carta o nel gomito; usare le mascherine quando le misure di distanziamento siano di difficile mantenimento.

Print Friendly, PDF & Email