Il vino invenduto diventa gel disinfettante per le mani

pubblicato in: Attualità | 0
Condividi articolo

Una prima risposta alla crisi di settore, laddove dovesse esserci, a causa del gran quantitativo di vino invenduto nelle cantine, specialmente in questo periodo di emergenza sanitaria, in cui risulta che le vendite siano dimezzate. 150 milioni di litri di vino italiano diventeranno disinfettante o bioetanolo. L’annuncio è di Coldiretti nel suo commento positivo alla pubblicazione sul sito del Ministero delle Politiche agricole del decreto che permetterà di liberare spazio nelle cantine per la vendemmia in arrivo. Una crisi per le cantine dovuta, oltre alla poca vendita, anche alla chiusura delle attività di ristorazione. Per far ripartire i consumi la Coldiretti ha inoltre lanciato la campagna #iobevoitaliano. Del resto, l’Italia, ancor prima della Francia, si classifica come il principale produttore mondiale di vino con circa il 70% della produzione destinato a vini Docg, Doc e Igt con 332 vini a denominazione di origine controllata (Doc), 73 vini a denominazione di origine controllata e garantita (Docg), e 118 vini a indicazione geografica tipica (Igt) e il restante 30% per i vini da tavola. Una tradizione millenaria che fa parlare dell’Italia nel mondo intero.

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Print Friendly