“Guardia sei tu”: commercio 2.0 e sostegno alle donne e all’imprenditoria femminile

postato in: Elezioni 2020 | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – Barbara Serafini, Ufficio Stampa e Relazioni Media “Guardia sei tu”

Il commercio è la vera e propria anima di una città, ma da molti anni si assiste a un forte impoverimento del sistema del commercio di vicinato di Guardia, a causa della continua apertura di grandi distribuzioni, nei territori limitrofi, che minano alla radice la sopravvivenza dei piccoli esercizi. Ripartire da queste piccole realtà è fondamentale con delle scelte mirate al contenimento di questa eccessiva dispersione degli acquisti e delle vendite, che spesso avvengono anche online. I piccoli negozi devono continuare a essere l’anima di Guardia, offrendo servizi di prossimità a ogni cittadino. Particolare attenzione verrà data, dalla compagine Guardia sei tu, a un’attenta campagna di comunicazione annuale programmata sulla base delle nuove esigenze del mercato, con una campagna di eventi stabili che richiamino l’idea di un centro aggregato di eccellenze. Si intendono promuovere, inoltre, un’area di vendita dei prodotti settimanali, differente dall’abituale mercato domenicale, nella quale esporre e vendere i prodotti in saldo, incentivando a offerte vantaggiose ai clienti, e la realizzazione di una piattaforma locale di acquisto/vendita, caratterizzata dalla commercializzazione dei prodotti locali, di vario genere, del tipo “Acquista da casa tua i prodotti di casa tua”, per un commercio 2.0 per i prodotti di vicinato.

“Particolare attenzione intendiamo rivolgere all’imprenditoria femminile, costituita sia dalle attività commerciali che dalle attività imprenditoriali agricole e non. Le donne hanno la grande peculiarità di essere multitasking, capaci cioè di adattare le proprie attività alle dinamiche del momento. Quello dell’imprenditoria femminile è un settore in crescita, in grado di fornire risposte importanti alla crisi che imperversa. Le donne guardiesi sono i punti di forza di agriturismi, cantine, punti di vendita e ristoro, B&B, e artefici di prodotti eccellenti; portano avanti, spesso da sole, negozi di prossimità e vicinato gestiti con passione. Tutte donne e mamme, alle prese con la casa, i figli, la scuola il lavoro, l’assistenza agli anziani”.

“Ecco allora – conclude Sebastianelli – che prevediamo un sostegno economico e il benessere familiare di tante donne che spesso sono disorientate dalla frenesia della vita quotidiana”.





Print Friendly, PDF & Email