Una panchina rossa nel cortile dell’Ites Da Vinci di Santa Maria Capua Vetere

postato in: Notizie dalla Campania | 0
Condividi articolo

Comunicato Stampa – Enzo Perretta

Per la prima volta, in un istituto scolastico, verrà installato il simbolo della lotta alla violenza di genere

Secondo appuntamento, giovedì 25 novembre, del ciclo “Il Cantiere della Legalità e della Convivenza civile”, inaugurato lo scorso lunedì con un incontro sulla figura di Don Peppe Diana,  fortemente voluto dalla dirigente scolastica dell’Ites Da Vinci di Santa Maria Capua Vetere, Carmela Mascolo, e curato dalla docente Camilla Sgambato. Per le ore 11, nel cortile antistante l’istituto tecnico economico statale di via Carlo Santagata, è in programma la inaugurazione della panchina rossa, emblema dell’attività di comunicazione e di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne

 “L’iniziativa è in linea con la visione didattica inserita nel Ptof che si pone l’obiettivo della crescita civile e sociale dei nostri studenti. Il femminicidio è ormai un’emergenza sociale, 108 donne uccise in un anno; il ripetersi degli episodi di punizione fino alla morte di donne che hanno osato ribellarsi alla prepotenza maschile ci impongono di parlarne a scuola. Con gli studenti e le studentesse, che in questa, come in tutte le altre iniziative, hanno un ruolo propulsivo e attivo,  con illustri ospiti istituzionali e del mondo delle associazioni. Insieme inaugureremo credo la prima panchina all’interno di una scuola in provincia di Caserta. Sarà installata nel cortile, quale simbolo del ricordo di ciò che è avvenuto e monito perché tragedie simili non avvengano più”, spiega la Dirigente Mascolo. Parteciperanno all’iniziativa Antonio Mirra, sindaco della città; Monica Matano, direttore dell’Ufficio Amministrativo Territoriale di Caserta; Lucia Monaco, docente del dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”; Domenica Marianna Lomazzo, consigliera di Parità in Regione Campania; Anna Di Mauro, legale rappresentante della sezione di Caserta dell’associazione Donne Giuriste Italia; Emilia Borgia, vice presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere; Roberto Saccone della cooperativa sociale onlus “L’isola di Arturo”; Lella Palladino, attivista dei centri antiviolenza cooperativa Eva; Carlo Giaquinto, presidente del Centro Italiano Femminile di Santa Maria C.V.;  Raffaella Feola, presidente della sezione FIDAPA di Caserta; Vincenzo Quarracino, presidente dei Lions Caserta, ed il maestro Andrea Piccerillo, presidente dell’associazione Art Fusion.   

Print Friendly, PDF & Email