“APPost’!”, il Comune di Cerreto Sannita aderisce al progetto dell’AC diocesana

Condividi articolo
Comunicato Stampa – Giovanni Pio Marenna

Dopo parrocchie, Uffici di Curia, Pro Loco, Forum dei Giovani, associazioni e movimenti, è arrivata la prima adesione ufficiale di un Comune al progetto “APPost’!” dell’Azione Cattolica diocesana: si tratta del Comune di Cerreto Sannita che, dopo aver approvato lo schema del protocollo d’intesa in Giunta, nella persona del sindaco Giovanni Parente ha firmato lo stesso, della durata di 5 anni.

Il Comune di Cerreto e tutti i Comuni del territorio che aderiranno al progetto “APPost’!”, la progettualità vincitrice del contest nazionale “Parrocchie Ecologiche” del Mlac che proverà a coniugare ambiente e lavoro, s’impegneranno, appena l’applicazione web portable per android sarà operativa, a favorire l’iscrizione dei cittadini e di tutti quegli organismi che realizzeranno iniziative di sensibilizzazione ambientale, a segnalare e promuovere con ogni mezzo comunicativo a sua disposizione tutte le iniziative di tutela e salvaguardia ambientale presenti sull’app, a dare un piccolo contributo economico per le spese relative alla gestione e manutenzione dell’app.

“Un segno di grande sensibilità e attenzione – sostiene il presidente dell’AC diocesana Giovanni Pio Marenna – da parte di tutti coloro che aderiranno (comunità parrocchiali, organismi associativi, movimenti, sindaci e amministrazioni comunali, privati cittaidni) e che, per questo, ringraziamo di vero cuore), per la costruzione di comunità sempre più sostenibili, giuste, solidali, corresponsabili ed inclusive sui temi di ambiente e lavoro. Prendersi cura insieme, come popolo, del territorio che abitiamo è fondamentale e vitale per rivitalizzare e rendere umano il nostro tessuto sociale: significa prendersi cura di noi stessi. Papa Francesco, nella Laudato Sì, ci ricorda che avere a cuore e preoccuparsi di qualcuno e del creato <<vuol dire anche coltivare un’identità comune, una storia che si conserva e si trasmette. In tal modo ci si prende cura del mondo e della qualità della vita dei più poveri, con un senso di solidarietà che è, allo stesso tempo, consapevolezza di abitare una casa comune che Dio ci ha affidato>>”.

Si tratta di azioni comunitarie che vogliono provare ad esprimere, in punta di piedi e sottovoce,l’amore che si vuole donare per la propria terra. Ed è proprio vero che, attraverso la sensibilizzazione alla tutela ambientale, è possibile stringere nuove alleanze tra gli attori sociali presenti sul territorio. “facendo squadra con obiettivi concreti, a sostegno di una conversione ecologica integrale” (dal “Manifesto dell’Alleanza” della Settimana Sociale 2021 di Taranto).





Print Friendly, PDF & Email