Cerreto Sannita: “Cultura, Impresa, Lavoro”, i giovani alla riscoperta delle risorse del territorio

Condividi articolo
Comunicato Stampa – Ufficio Stampa Comune di Cerreto Sannita

Rivitalizzare il territorio, avvicinare i giovani al mondo del lavoro e rafforzare la crescita delle attività nella filiera culturale, del turismo, dell’accoglienza, della ricettività e della ristorazione, questi gli obiettivi primari del progetto “Benessere Giovani – Organizziamoci” a cui ha aderito il Comune di Cerreto Sannita partecipando al bando emanato dalla Regione Campania con Decreto Dirigenziale n. 527 del 30/11/2016, con la brillante idea progettuale, in partenariato con Tempor S.p.A agenzia per il lavoro e risultando ammissibile al finanziamento.

Il proposito dell’intero piano è stato quello di colmare i vuoti che esistono nella filiera locale artigianale turistica, culturale ed enogastronomica rendendo l’universo giovanile locale consapevole delle opportunità del proprio territorio. Protagonisti assoluti sono stati i giovani residenti nel Comune di Cerreto Sannita e coloro che vivono nel comprensorio del Titerno, di età compresa tra i 16 e i 35 anni, che si sono avvicinati al mondo del lavoro attraverso attività formative, laboratori culturali ed educative riscoprendo bellezze paesaggistiche ed enogastronomiche che affondano  radici nella tradizione locale e costituiscono tesoro inestimabile del territorio.

I laboratori, tenuti da esperti del settore, imprenditori e professionisti, sono stati articolati su due linee di intervento: Laboratori per la creazione d’ impresa, in particolare il laboratorio di Ceramica che ha fornito ai giovani adeguate conoscenze per rendere concrete, reali e operative le loro idee nell’attività di lavorazione della ceramica, che è punta di diamante dell’artigianato locale. Cerreto Sannita è infatti conosciuta nel mondo per la “Ceramica Cerretese”. Il laboratorio è stato destinato a 14 allievi per la durata complessiva di 120 ore.

Il secondo, non meno importante, è stato il  laboratorio di ristorazione e ricezione turistica, destinato a 9 allievi per la durata di 80 ore che ha consentito la formazione di giovani capaci di lavorare nella nascente filiera della ricettività turistica ed in quella della ristorazione locale. Infine il laboratorio di lavorazioni enogastronomiche locali la cui  finalità è stata formare giovani capaci di inserirsi nella principale filiera produttiva locale cioè quella olivicole, vinicole, delle carni e delle altre produzioni agro-alimentari tipiche locali, destinato a 9 allievi per la durata di 80 ore.

Grande successo lo hanno riscontrato inoltre i laboratori educativi e culturali in cui temi proposti hanno puntato sulla partecipazione collettiva alla ricostruzione dell’identità dei luoghi e delle comunità che, nell’ambiente e nel patrimonio storico culturale, trovano forte riferimento. Allo stesso modo sono state esplorate le ricchezze enogastronomiche diffuse sul territorio di Cerreto Sannita come le produzioni di olio, vino e carne.

Numerose ed entusiasmanti le tematiche  affrontate e le visite guidate a cui hanno partecipato i  30 utenti per una durata di 60 ore complessive: Scoperta di aziende agrituristiche del territorio; visite presso i frantoi , aziende casearie e vitivinicole e in ristoranti locali; giornate dedicate alla conoscenza della flora, della fauna ed delle bellezze di pregio paesaggistico, nonché delle energie rinnovabili. Giornata alla scoperta del S.I.C e del Z.P.S;  visita alle bellezze storico architettoniche presenti sul comune di Cerreto Sannita e Cerreto medievale. Particolarmente interessanti  le giornate  dedicate al gemellaggio tra i comuni, alla scoperta dei sentieri e manufatti della comunità, quella incentrata sulla raccolta differenziata e i temi della legalità.

Print Friendly, PDF & Email