Cerreto Sannita: la maggioranza risponde a Di Lauro e Parente

Condividi articolo

Comunicato Stampa – Amministrazione comunale di Cerreto Sannita

Nell’ultimo Consiglio Comunale i Consiglieri  Vincenzo Di Lauro e Pier Paolo Parente hanno comunicato la formazione di  un nuovo gruppo consiliare denominato “Rinascita Cerretese”. Ne prendiamo atto con rammarico perché non possiamo dimenticare che i due consiglieri hanno fatto parte della maggioranza per oltre dieci anni, ricoprendo incarichi di rilievo, come vicesindaco con delega all’istruzione, presidente dell’ambito sociale, presidente del consiglio comunale, assessore alla Comunità Montana, giusto per citarne alcuni, partecipando, in modo determinante,  a tutti “i tavoli” nei quali si è deciso il futuro amministrativo di Cerreto. E il nostro rammarico si trasforma in incredulità di fronte alle critiche che rivolgono alla Amministrazione Comunale relativamente a scelte amministrative delle quali, i nostri, sono stati parte attiva, se non addirittura propositiva.

Quasi ogni giorno, orfani di visibilità ormai persa, a mezzo stampa e sui social, ci ricordano di questioni relative al  paese, solo nel momento in cui questa amministrazione le ha già risolte. Hanno creato allarmismo sulla chiusura dello sportello dell’ Agenzia delle Entrate, quando, la stessa Direttrice Generale aveva già chiarito che si trattava di una chiusura temporanea, dovuta alla impossibilità momentanea di garantire un numero di dipendenti adeguato all’apertura al pubblico, esattamente come era già successo lo scorso anno, quando i due consiglieri, ancora nel pieno dei loro rilevanti incarichi, presi da altri interessi e lontani dalle elezioni, non ne facevano un problema mediatico.

Nelle loro fantasiose storie, raccontano ancora di mancati ristori ai commercianti facendo orecchie da mercante ai vari chiarimenti arrivati dai tecnici contabili che più volte hanno spiegato che, causa dissesto, di cui loro sono bene a conoscenza, non è possibile alcuna anticipazione dalle casse comunali. Parlano di lavori bloccati al plesso scolastico di Via Mazzarella, dimenticando che proprio l’ex vicesindaco Di Lauro è stato l’assessore delegato all’istruzione fino a Dicembre e, ironia della sorte, proprio in questi ultimi mesi, dopo il loro abbandono, la soluzione al problema è stata trovata.

Nell’ultimo consiglio comunale,  relativamente  all’esenzione della Tosap per le attività commerciali del nostro paese (già esentate fino al 30/06 così come previsto dall’ultimo Decreto Sostegni), dopo che l’Assessore Mauro Parente aveva reso nota la volontà  dell’amministrazione di  prorogare per tutto l’anno tale esenzione, i due consiglieri, per guadagnare la scena, hanno improvvisato una proposta incompleta ed intempestiva, in quanto già superata da un emendamento ad integrazione del regolamento in discussione presentato dal consigliere Francesco Trotta e votato all’unanimità. Ancora una volta quindi, i due consiglieri  cercano di fare speculazione politica e demagogia su qualsiasi argomento tentando di trarre in inganno  i Cerretesi che però non sono così ingenui da cadere nel tranello dei due Consiglieri finalmente ritornati in sintonia.

Intendiamo chiudere così ogni polemica sull’argomento invitando tutti a lavorare con senso del dovere ed onestà di intenti, e non con lo sguardo rivolto esclusivamente alle prossime scadenze elettorali. Per parte nostra continueremo  ad amministrare in maniera seria ed in piena libertà, in sinergia con chiunque abbia a cuore le sorti della Comunità. Cerreto, soprattutto in questo momento, ha bisogno di COESIONE.

Print Friendly