Cusano Mutri: una lodevole iniziativa genuina e buona come il pane

Condividi articolo

Questa è una storia di amore e di principî genuini, che ha come protagonista un paese del Matese dai sani e lodevoli valori. È una storia di fratellanza, l’empatica scelta di stare vicino a chi ne ha bisogno, di aiutare la propria comunità in un periodo difficile. È la storia che ha il sapore degli antichi sapori, del cibo fatto a mano e con amore, del piu classico dei classici alimenti di prima necessità.

Quando eravamo bambini, i nostri genitori ci dicevano che se in tavola c’era il pane, c’era tutto. Ed era vero, e lo è ancora. Ci dicevano che buttare un pezzo di pane equivaleva a peccare, a buttare una fortuna che, probabilmente, non meritavamo. Questa è la storia dell’esercente di un pub, il Millenium Pub di Cusano Mutri, che ha avuto un’idea meraviglisa per stare accanto ai suoi concittadini, per dare una mano ai più bisognosi, per lanciare un segnale di positività e ottimismo in un periodo che risulta essere molto buio. Un forno a legna acceso, guanti e mascherine ed ecco che il titolare del pub, Giovanni Civitillo, insieme ad alcuni collaboratori hanno, finora, panificato decine e decine di unità da donare a chi ne ha più bisogno.

Il pane non può mai mancare, su nessuna tavola da pranzo, e spesso capita di sentire la necessità di uscire solo per acquistare una pagnotta da un chilo. Il senso del generoso dono di questo esercente commerciale è proprio quello di dare al pane il giusto valore e di dare la possibilità, a chi le possibilità economiche, in momenti come questi, le ha limitate, di avere in casa l’alimento primario e più prezioso. La produzione e distribuzione avverrà ancora, nei prossimi giorni, a titolo gratuito, e la speranza di Giovanni Civitillo è quella di poter collaborare anche con le tante associazioni di volontariato presenti in Valle Telesina.

#distantimauniti: anche nel caso di questa lodevole iniziativa, il senso è proprio questo: uniti, anche se distanti, si può creare una grandiosa rete di amore, aiuto e speranza. Ad maiora!

Print Friendly, PDF & Email