Floriano Panza: “Con Ricci se ne è andato un grande uomo, con cui ho condiviso interessi politici e culturali”

Condividi articolo

Bandiere a mezz’asta alla Rocca dei Rettori per la scomparsa del già presidente della Provincia di Benevento, Claudio Ricci, dal 2014 al 2018. Una terribile perdita per il Sannio a causa del covid-19. Non è tardato a raggiungerci il commiato del dott. Floriano Panza, già sindaco di Guardia Sanframondi e presidente della Provincia di Benevento dal 1990 al 1994. “Claudio Ricci è un indimenticato uomo dal grande spessore culturale e politico e purtroppo questo virus, che non fa sconti a nessuno, lo ha portato via”.

“Abbiamo condiviso molte esperienze similari – prosegue Panza. – In primis quelle di presidente della Provincia, sebbene in momenti storici diversi, e di sindaco. Claudio è sempre stato molto vicino alla comunità guardiese, presente in numerose iniziative, tra le quali i Riti Settennali del 2017 o il finanziamento del lavoro alla Rotonda delle Cantine, con la scultura ‘Il Grappolo’ a firma di Giovanni Mancini. O ancora l’inaugurazione del nuovo Palazzo Municipale, nel febbraio 2015″.

Un amico, un politico determinato e concreto, molto legato al territorio, alla tutela e alla valorizzazione dell’identità locale. Proprio come lo è da sempre Panza. “Proprio il legame al nostro territorio lo ha accomunato molto alla mia persona e alle mie idee. Abbiamo vissuto innumerevoli esperienze e momenti insieme. È sempre stato molto vicino a Guardia e, tra l’altro, è stato un grandissimo estimatore del prodotto guardiese per eccellenza, il vino”. “Non solo. – conclude Panza – Oggi piango un uomo con cui ho condiviso svariati interessi, politici e culturali. Abbiamo fatto un percorso di vita, politico, di scelte, molto simile. E posso affermare che è andata via una persona dall’esemplare spessore umano, politico e culturale, a cui voglio dedicare il mio pensiero accorato”.

Print Friendly