Guardia, l’opposizione attacca: “Torna l’immondezzaio di via Calvese”

Condividi articolo
Comunicato Stampa – Barbara Serafini, Ufficio Stampa e Relazioni Media gruppo consiliare “Guardia sei tu”

Amarezza, sgomento ed enorme dispiacere nascono quando ci si reca nei pressi del centro raccolta rifiuti di via Calvese, a Guardia Sanframondi. L’Amministrazione Panza, a seguito dell’affidamento del servizio alla ditta Eurogreen di Campobasso, aveva fatto sì che il centro di raccolta fosse dismesso: tutti i giorni, infatti, ogni rifiuto domestico veniva trasportato verso piattaforme autorizzate, senza deposito alcuno dei rifiuti nell’ex centro di raccolta in via Calvese. Quali gli intenti? La bonifica del sito e il successivo cambio di destinazione d’uso dello stesso con una nuova idea progettuale.

“Eppure – esprime con rammarico il gruppo di opposizione consiliare Guardia sei tu tutto questo oggi è ormai dimenticato, giacché la nuova Amministrazione ha ritenuto utile ripristinare il centro di raccolta dismesso nel 2019. La conseguenza è sotto gli occhi di tutti: non proprio un belvedere all’ingresso del nostro paese”.

Preme aggiungere, altresì, che in occasione dell’ottava tappa d’arrivo del 104° giro d’Italia, lo scorso maggio, davanti al sito di raccolta furono apposte alcune cancellate in ferro ricoperte da un telo che rappresentava le cantine del luogo, successivamente rimosso. “Come mai è stato rimosso? – conclude il gruppo consiliare – Forse perché non idoneo? Oggi restano esclusivamente le inferriate, le quali, purtroppo, non nascondono l’attuale stato dei luoghi: rifiuti ovunque, cassoni pieni, movimentazioni di rifiuti, cassonetti dismessi. Altro che bonifica dell’area! Ogni intento della passata Amministrazione, che mirava al risanamento del sito, sembra svanito. Che delusione! A quanto pare, purtroppo, la nuova Amministrazione vuole che il luogo resti il ‘mondezzaio di Via Calvese’. Ci chiediamo: il sito è davvero autorizzato?”

Print Friendly, PDF & Email