Guardia sei tu: “Dilettantistico voler amministrare con i soli fondi comunali”

Condividi articolo
Comunicato Stampa – Barbara Serafini, Ufficio Stampa e Relazioni Media gruppo consiliare ‘Guardia sei tu’

Ad oggi non risulta alcun tentativo di intercettazione di risorse esterne da parte dell’Amministrazione Comunale

A seguito dei chiarimenti che nelle ultime ore giungono da parte dell’Amministrazione Comunale, in riferimento all’aumento della TARI ai danni dei cittadini guardiesi e a quello delle indennità di carica degli amministratori, preme una doverosa controrisposta da parte del gruppo di opposizione consiliare Guardia sei tu rappresentata da questa tabella:

ANNO20202021202220232024
SINDACO€    1.882,00€    1.882,00€    2.439,92€    2.689,19€    3.036,00
VICE SINDACO€       376,40€       376,40€       487,98€       537,84€       607,20
ASSESSORE€       282,30€       282,30€       365,99€       403,38€       455,40
PRES. CONSIGLIO  €       243,99€       268,92€       303,60

“In primis, dunque – sottolinea la compagine di opposizione guardiese – tocca evidenziare che l’aumento delle indennità di carica è un dato di fatto, una situazione innegabile, che deve essere chiara a tutta la cittadinanza. Se gli attuali amministratori ritengono, poi, che la cifra sia spropositata, la utilizzino, ad esempio, per borse di studio a favore di studenti guardiesi e/o forestieri che vengono a studiare nel nostro paese, proprio come fatto in passato dalla precedente Amministrazione”.

Anche l’aumento della TARI è un dato di fatto. Chi ne paga le conseguenze sono i cittadini, che si sentono sempre più abbandonati dalla gestione della ‘res publica’ comunale. Cittadini-contribuenti che si sentono messi da parte, specie dopo i tanti proclami fatti in campagna elettorale.

La brutta notizia è che Guardia sta perdendo la centralità che era riuscita a crearsi col duro lavoro degli ultimi anni, un impegno costruito grazie a una visione che guardava lontano. Tanto lavoro sta andando in fumo e, dopo due anni del nuovo governo comunale, i cittadini si ritrovano con un pugno di cenere in mano, defraudati e spaesati. Non solo. Giungono tentativi di sciacallaggio con la pubblicazione di cifre volte a sottolineare l’elevata quantità di risorse finanziarie “sperperate” dai precedenti amministratori. 

Ebbene, l’Amministrazione Panza ha lavorato con alti obiettivi al cospetto. Ha creato brand di successo come Sannio Falanghina, puntando sul vino e sull’agricoltura, le nostre principali risorse; ha puntato sull’eccezionalità di un evento come il Giro d’Italia, ha organizzato importanti manifestazioni nel territorio comunale che hanno apportato visitatori provenienti da ogni dove. Ha lavorato per la ristrutturazione del centro storico. Ha lasciato notevoli finanziamenti alla nuova Amministrazione (si veda, tra le altre cose, l’asilo in costruzione, la rete idrica e fognante). Sono solo esempi di un progetto di sviluppo per attirare turismo e attenzione a uno dei borghi più belli del Sannio. Tutto quello che è stato speso sono soldi derivanti da risorse regionali o nazionali.

“Non si sa se ridere o piangere di fronte a tanta ingenuità – prosegue compatto il gruppo Guardia sei tuChi va ad amministrare e pensa di farlo con il solo bilancio comunale fa un grandissimo errore. È ovvio che non si amministra solo con i pochi  fondi comunali. È doveroso altresì ricordare che tutte le trasferte che sono state effettuate in Italia e all’estero, viaggi, visite istituzionali in Europa, sono sempre state a carico dei singoli partecipanti. Mai nessun biglietto aereo o rimborso spese è stato pagato prelevando risorse dalle casse comunali”.

Ad oggi, invece, non risulta alcun tentativo di intercettazione di risorse esterne da parte di chi amministra. Piuttosto, i neo amministratori si dolgono di non aver trovato le casse comunali colme di soldi! Il PNRR ha offerto grandi opportunità di finanziamento volti allo sviluppo territoriale e culturale, ma il Comune di Guardia non ha avuto la capacità di rientrare in uno di questi progetti. Per cui, lo ribadiamo: se si pensa di dover mettere in piedi un cartellone di eventi estivi o di progetti che proiettino Guardia più in là dei confini territoriali solo con i fondi comunali, si commette un grande e dilettantistico errore di fondo da parte di chi ci sta governando.

Quali prospettive al giorno d’oggi ha Guardia Sanframondi? Qual è l’idea progettuale degli attuali amministratori? “Se ne hanno una – conclude la compagine di opposizione – non è pervenuta né a noi né ai cittadini. Manca una prospettiva che guardi lontano, manca una visione governativa, manca una idea trainante che proietti di nuovo Guardia nella giusta direzione”. E comunque, sono già trascorsi due anni su cinque!





Print Friendly, PDF & Email