Panza: “disposizioni severe per chi trasgredisce”. Intanto si scatenano le polemiche nei Comuni limitrofi

Condividi articolo

È proprio della giornata di ieri la notizia in cui il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, si rapportava con il Prefetto per ribadire che l’uso delle mascherine è “un dovere, non un optional”. De Luca ha chiesto più controlli, sottolineando che “le amministrazioni comunali che non si impegnano nel rispetto dell’obbligo dell’uso delle mascherine si assumono responsabilità per una possibile ripresa del contagio”. Dopo varie segnalazioni di un non uso, o meglio, dell’uso spropositato e scandaloso di mascherine nel centro storico di Guardia Sanframondi, e dopo la sollevazione a gran voce delle proteste cittadine in cui si esprimeva la voglia di rispetto delle regole vigenti, il Sindaco Floriano Panza ha ammonito i suoi concittadini: “A seguito di incresciosi episodi di persone in circolazione senza mascherina altri, per timore del contagio, non escono proprio. Ho dato disposizioni severe di multare i trasgressori e di procedere alla chiusura dei locali se si entra senza protezioni. Non vi saranno eccezioni”. La popolazione guardiese ha ben accolto il rimprovero del primo cittadino: le mascherine sono obbligatorie, a parte che per i bambini al di sotto dei sei anni, e sono un aiuto per evitare la diffusione del contagio di Covid.

Eppure, proprio nella giornata di ieri si sono sollevate proteste nei territori limitrofi a Guardia Sanframondi. La classica movida telesina sembra essere ricominciata, senza il regolare rispetto delle regole. Molti cittadini hanno sollevato polemiche, sotto al post del sindaco telesino Pasquale Carofano, riguardo al mancato rispetto delle regole nel centro della cittadina termale: non uso delle mascherine, assembramenti e quant’altro. E pare che in molti altri paesi del circondario si lamenti l’arrivo di persone residenti in altre località, per cui spinti non da reali necessità o dalla voglia di rivedere i congiunti, ma dal desiderio di fare la passeggiata della domenica pomeriggio. Anche da Benevento arrivano le notizie delle prime multe elevate per il non uso delle mascherine di persone che passeggiavano nel centro città. Il primo week-end della Fase 2, quindi, ha portato alla sollevazione di dubbi e perplessità sulla corretta gestione dei controlli da parte delle autorità e la richiesta, a gran voce, di accurati controlli che tutelino la salute di tutti.

Print Friendly, PDF & Email