Piscina termale, interrogazione del gruppo di opposizione “Telese Città”

Condividi articolo
Comunicato Stampa – Gruppo Consiliare Telese Città

Il capogruppo consiliare di “Telese Città”, Nicola Di Santo e il Consigliere comunale Pasquale Carofano hanno presentato una interrogazione trasmessa al Sindaco, nonché Presidente del Consorzio Idrotermale, e al Segretario Generale del Comune di Telese Terme in merito al costo del secondo accesso giornaliero alla piscina Goccioloni applicato ai residenti nei Comuni di Telese Terme e San Salvatore Telesino e sulla mancata apertura della piscina Pera. “Quando è stata trasmessa la nostra interrogazione – precisano i Consiglieri comunali di Telese Città – la piscina Pera era chiusa e la recentissima apertura non può far passare in second’ordine l’ingiustificabile ritardo”. Di seguito il testo dell’interrogazione:

“Il sottoscritto Consigliere del Consorzio Idrotermale di Telese Terme, in proprio e a nome del consigliere Pasquale Carofano, con espressa richiesta di ricevere risposta scritta

PREMESSO
– Che risulta, da quanto riferito da bagnanti residenti nel comune di Telese Terme, che per il
secondo accesso giornaliero alla piscina Goccioloni i residenti dei Comuni di Telese Terme e San Salvatore Telesino debbano corrispondere il prezzo intero del biglietto e il costo dimezzato come previsto dalla convenzione tra il Comune e l’Impresa Minieri; – Che la piscina “Pera”, ad oggi, è chiusa;

INTERROGA
la S.V. per sapere

– se quanto innanzi affermato corrisponde a verità;
– se, nel caso, intenda intervenire nei confronti dell’Impresa Minieri Srl per chiedere l’applicazione ed il rispetto della convenzione e, quindi, far si che anche gli eventuali biglietti che permettono il secondo ingresso giornaliero, acquistati dai residenti nei Comuni di Telese Terme e San Salvatore Telesino, abbiano un costo dimezzato rispetto a quello previsto per i non residenti;
– se intenda intervenire, e in che modo, nei confronti dell’Impresa Minieri Srl per sollecitare l’apertura della piscina la Pera considerato che siamo già alla fine del mese di Giugno.





Print Friendly, PDF & Email