Telese, Caporaso: un ringraziamento a coloro che stanno collaborando in questo difficile momento

Condividi articolo

“Carissime concittadine e concittadini, tra pochissimo sarà Pasqua. Ancora una festa diversa, senza scambio di auguri con abbracci e strette di mano, senza processioni. Non potremo riunirci tutti attorno ad un tavolo né ci potremo permettere le solite gite fuoriporta del lunedì di Pasquetta. In qualche famiglia si avvertirà il dolore delle assenze, in altre il peso della preoccupazione”. Così comincia il caloroso messaggio pasquale di Giovanni Caporaso, primo cittadino di Telese Terme, tramite il canale ufficiale social ai suoi concittadini.

“I settori che normalmente potevano contare su una boccata di ossigeno in questo periodo, come il turismo e il commercio, stanno soffrendo tantissimo. È una dura prova, lo è per tutti. Proprio per questo voglio virtualmente abbracciarvi tutti esortandovi a non mollare e voglio ringraziarvi per la vostra diligenza e attenzione nel seguire le regole e le procedure che ci sono state consigliate e imposte per la nostra salute. Grazie!”

Un ringraziamento, quello di Caporaso, anche verso le forze politiche, di maggioranza e di opposizione, e ai dipendenti comunali, per la cooperazione che stanno mettendo al servizio della comunità in un periodo tanto difficile. “Un grande grazie – continua Caporaso- va alla Polizia Municipale e a tutte le forze dell’ordine quotidianamente impegnate per garantire il rispetto delle regole ed esposte al rischio di contagio”.

“Esprimo la mia più sincera gratitudine alla Chiesa locale, al nostro parroco don Gerardo, a don Gianmaria e a tutte le Associazioni di volontariato che ogni giorno si dedicano con amore e passione alla cura dei più deboli, dei bisognosi e di coloro che sono soli e in difficoltà. Questo loro impegno deve renderci orgogliosi e fiduciosi nel futuro della nostra comunità e deve esserci di esempio.Infine voglio rivolgere un pensiero alle case di cure presenti sul nostro territorio e a tutti i medici, infermieri e operatori sanitari”.

“Sarà una festa diversa, è vero -conclude il sindaco- ma resteremo ugualmente uniti e sapremo aspettare tempi migliori. Buona Pasqua a tutti voi”.





Print Friendly, PDF & Email