Telese Terme: Alessandro Liverini candidato con Giovanni Caporaso

Condividi articolo

Sono passati pochi giorni dall’annuncio di Giovanni Liverini dell’allontanamento dalla linea condivisa negli ultimi anni con la compaguine di Pasquale Carofano. Liverini contestava la scelta dell’attuale vicesindaco Franco Bozzi come possibile ipotetico neo sindaco di Telese Terme, scelta a suo dire errata che non rispecchiava la sua linea politica e quella dei suoi votanti. Una frattura che ha fatto molto discutere e che ha lasciato perplessi non pochi telesini. Proprio ieri è arrivata la dichiarazione di Alessandro Liverini, avvocato telesino e figlio di Giovanni, che annuncia la propria candidatura nella lista che sarà guidata da Giovanni Caporaso. 

Ho deciso di partecipare in prima persona alle prossime elezioni comunali. Negli ultimi sette anni – e cioè da quando sono tornato a vivere a Telese – ho partecipato in piena libertà al dibattito pubblico locale e ciò, tra l’altro, mi ha dato l’opportunità e il tempo di stringere nuove amicizie con tante persone, senza farmi condizionare da insensate e anacronistiche divisioni e faziosità. Da qui ho capito che la classe politica locale è ancora avvitata su un terreno di scontro storicamente superato e, comunque, non più sostenibile. La popolazione è molto più avanti e chiede di parlare di progetti, di contenuti, di visioni di lungo respiro. Non di buoni e cattivi, onesti e disonesti, santi e peccatori. Ogni parte politica ha le sue luci e le sue ombre. E così anche ciascuno di noi. L’onestà e la moralità si misurano e si valutano in ogni singola scelta quotidiana e non a priori sulla base di una tessera di partito.
Sono sincero. Fino a qualche tempo fa avevo escluso, anche pubblicamente, un mio impegno diretto nella vita istituzionale del paese, sia perché volevo che mio padre fosse messo nella condizione di compiere una scelta pienamente libera rispetto alla sua eventuale ricandidatura e sia perché sono sempre stato interiormente combattuto. Qualche giorno fa, del tutto inaspettatamente, si sono create le condizioni per l’apertura di un dialogo con Giovanni Caporaso, il quale assieme a tanti altri, è al lavoro per costruire una squadra e un programma di alternativa all’attuale amministrazione comunale.

Ritengo che la trasversalità degli orientamenti, la ricchezza delle sensibilità politiche e l’entusiasmo presenti nel gruppo già in campo siano gli ingredienti giusti per dare nuovo impulso alla vita civile di Telese e per affrontare un futuro che, a seguito della epocale crisi sanitaria ed economica, sarà complesso. Da oggi aderisco con largo anticipo a questa squadra. Non mi convincono le candidature e le campagne elettorali dell’ultimo minuto, come anche in un recente passato è avvenuto. I cittadini vogliono essere ascoltati. La classe politica deve smettere di parlare e deve porsi in religioso ascolto. Solo così si può costruire un programma elettorale sensato e meditare una visione credibile.Spero che la discussione dei prossimi mesi si apra sul campo nobile dei contenuti progettuali e delle idee e non scenda nel sottosuolo dell’insulto e del livore personale: gli avversari, soprattutto in un piccolo paese come il nostro, non sono nemici da eliminare, ma persone con cui discutere e decidere. Sento di poter rappresentare tutti coloro i quali – giovani e meno giovani – per libera scelta – hanno deciso di restare a Telese, tutti quelli che se ne sono innamorati e sono venuti a viverci e tutti quelli che resistono e hanno deciso di non partire“.

Print Friendly, PDF & Email