Auto piomba nel cortile di un asilo: morto un bambino di 4 anni

postato in: Notizie dall'Italia | 0
Condividi articolo
Fonte Agenzia Dire – www.dire.it
Foto da www.dire.it

L’auto era parcheggiata all’inizio della discesa di accesso al cortile e ha mollato i freni, investendo i bambini che stavano giocando

Un grave incidente si è verificato nel primo pomeriggio in via Salaria Antica Est, a L’Aquila, in località Pile, dove un’auto parcheggiata all’inizio della discesa di accesso al cortile dell’asilo comunale dell’Infanzia ‘Primo maggio’ ha mollato i freni investendo in pieno cinque bambini – dai tre ai cinque anni – che giocavano sul cortile erboso. Un bambino di 4 anni è morto, altri sono rimasti feriti ma sono in condizioni non gravi.

Sul posto vigili del fuoco, ambulanze ed elisoccorso del 118, polizia locale e forze dell’ordine. Sotto shock gli altri bimbi dell’asilo, il personale e i genitori accorsi a riprendere i figli. I medici hanno fatto l’impossibile per rianimare il bambino di 4 anni, che però è deceduto nel corso del trasporto all’ospedale dell’Aquila. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti che stanno ricostruendo l’accaduto c’è la possibilità che dentro l’auto che si è sfrenata un genitore avesse lasciato un bambino di otto anni per avere il tempo di riprendere dall’asilo il figlio più piccolo.

IL SINDACO PROCLAMA IL LUTTO CITTADINO

Il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, ha proclamato il lutto cittadino. La decisione è arrivata in seguito al grave incidente verificatosi all’interno della scuola materna ‘Primo Maggio’, che ha provocato la morte di un bambino e il ferimento di altri compagni di scuola.

“Sgomento e profondo dolore”. Sono le prime dichiarazioni del sindaco Pierluigi Biondi al suo arrivo nella scuola materna e nido ‘Primo Maggio’ de L’Aquila. “Ora mi sto recando all’ospedale San Salvatore per accertarmi delle condizioni dei bambini feriti. Sono vicino alle famiglie dei piccoli, alle insegnanti e alla dirigenza scolastica. È una notizia che nessun genitore vorrebbe ricevere, una tragedia che la città non merita. Cercheremo, con l’aiuto delle istituzioni competenti, di comprendere la dinamica dell’accaduto”, ha concluso il primo cittadino.

MARSILIO: “SCONVOLTI E VICINI ALLE FAMIGLIE”

“Abbiamo appreso questa tragica notizia paradossalmente mentre stavamo festeggiando il primo bambino nato a Fontecchio, nelle aree interne, dopo l’approvazione della legge sullo spopolamento; il primo nato che ha ricevuto il contributo alla natalità. Siamo tutti sconvolti e vicini al dolore delle famiglie. Speriamo che questa tragedia non si aggravi, siamo in contatto con i sanitari per seguire costantemente l’evolversi della situazione”. Così il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, commentando l’incidente accaduto nell’asilo ‘Primo Maggio’ a L’Aquila.

Print Friendly, PDF & Email