Omicidio del ginecologo sannita Stefano Ansaldi: nuova perizia contro l’archiviazione

Condividi articolo

Il ginecologo Stefano Ansaldi (origini sannite e con lo studio a Napoli) fu trovato morto lo scorso 19 dicembre in via Macchi a Milano, con un profondo taglio alla gola. In un primo momento si pensò a una rapina finita male, ma la procura di Milano dagli elementi raccolti dall’autopsia e dagli investigatori ha deciso di archiviare il caso come suicidio. Contro la decisione della procura meneghina la famiglia della vittima ha depositato una perizia con la quale si oppone alla richiesta di archiviazione. La notizia è riportata da Milano Today, clicca qui per approfondire.

Print Friendly, PDF & Email