Preso a pugni autista bus che chiede rispetto delle norme anti-Covid

postato in: Notizie dall'Italia | 0
Condividi articolo

Un autista è stato aggredito su un bus della linea metropolitana della città di Palermo. È accaduto sabato sera. Il conducente ha invitato un passeggero a scendere dal mezzo, perché non rispettava il distanziamento previsto dalle norme anti Coronavirus, e per tutta risposta si è beccato un pugno in faccia. Il passeggero aveva rotto la catena che impedisce di avvinarsi all’autista e si era messo vicino alla cabina di guida. Appena il conducente ha fermato il mezzo per chiedere l’intervento delle forze dell’ordine è stato colpito, con conseguente frattura del setto nasale, mentre l’aggressore se l’è data a gambe facendo perdere le sue tracce. “Questa aggressione – ha dichiarato il sindaco Orlando – è un atto di inciviltà che dovrà essere punito con la massima severità. A lui e all’azienda va tutta la solidarietà dell’amministrazione comunale, insieme all’impegno alla costituzione di parte civile in ogni procedimento che sarà instaurato contro i colpevoli. Questa vicenda sottolinea anche che è indispensabile permettere all’Amat, come a tutte le aziende di trasporto pubblico, di mettere in strada tutti i propri mezzi, in modo da poter garantire ai cittadini un servizio adeguato, pur in presenza delle necessarie limitazioni all’accesso a bordo. Per questo abbiamo chiesto al Governo che in tempi rapidissimi, anche con interventi di Protezione Civile, siano individuate risorse e procedure per rendere possibile l’utilizzo di personale aggiuntivo che possa garantire sia la guida dei mezzi sia la sicurezza a bordo”.



Print Friendly, PDF & Email