Carenza idrica frazione Laiano e aree limitrofe a Sant’Agata, Riccio: “Situazione monitorata”

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – Ufficio Stampa Comune di Sant’Agata de’ Goti

“La carenza idrica verificatasi alla frazione Laiano e zone limitrofe è ben nota e seguita costantemente da questa Amministrazione e direttamente dalla società gestrice del servizio idrico integrato Gesesa”. Così il sindaco Salvatore Riccio spiega quanto sta accendendo in questi giorni e rende note le interlocuzioni avute fino ad ora con la società.

“Proprio Gesesa, dichiara il primo Cittadino, con una nota del 23 gennaio (inviata per conoscenza al nostro comune, al comune di Frasso Telesino alla Prefettura di Benevento e all’Ente idrico Campano) scriveva al soggetto gestore dell’ impianto di rilancio “Cerreta”, Alto Calore Servizi S.p.A. (ACS) che il fermo dell’impianto stesso sta generando gravi disservizida domenica 22 gennaio alle ore 8:00 e che tale situazione sta causando notevoli disagi agli utenti residenti nelle località di Nansignano e Laiano rispettivamente facenti parte dei comuni di Frasso Telesino e Sant’Agata De’ Goti”.

Dato il protrarsi dell’interruzione, prosegue la nota di Gesesa e la contestuale mancanza di comunicazione da parte del soggetto gestore ACS, si diffida a fornire tempestivamente i tempi di ripristino del guasto e della regolare erogazione. In data 24 gennaio Gesesa inoltrava nuovo sollecito al gestore dell’impianto, richiedendo i tempi di superamento dell’emergenza idrica e proponendo anche una soluzione con collegamento elettrico provvisorio, dal pozzo Cerreta (gestito da Gesesa) all’impianto di rilancio.

“Gesesa, sottolinea Riccio, sta sollecitando il gestore dell’impianto con ogni mezzo e nell’ ultima comunicazione inviata ad ACS ha avvertito che il perdurare della situazione di crisi e del disservizio creato all’utenza dal mancato tempestivo intervento tecnico potrebbe far paventare l’interruzione di pubblico servizio. Siamo in costante contatto, conclude il sindaco Riccio con Gesesa che sta sollecitando ACS in modo più che deciso. Il management aziendale ci aggiorna costantemente e direttamente sull’evolversi della situazione. Proprio in queste ore, ci comunicano, che la ditta elettromeccanica di Gesesa sta eseguendo lavori per un nuovo collegamento elettrico che consentirà di ripristinare il funzionamento del “rilancio Cerreta” di ACS fruendo della potenza disponibile al contatore del pozzo Cerreta (in gestione Gesesa) nelle more che ACS esegua i lavori di ammodernamento della cabina di MT che ha subito il guasto congiuntamente a quello di E-Distribuzione”.

I lavori, prosegue la comunicazione di Gesesa, saranno completati nel pomeriggio di oggi 25 gennaio e si prevede il ripristino dell’erogazione nella zona Laiano entro sera, salvo imprevisti. Continua, inoltre, lo stazionamento con autobotte a Laiano per situazioni di particolare disagio. Le forniture potranno essere richieste, in questi casi, contattando il numero guasti di Gesesa.





Print Friendly, PDF & Email