Gruppo PD in consiglio provinciale: “La Provincia affonda ma Di Maria non lo sa…”

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo

Comunicato Stampa – PD, Gruppo Consiliare Provincia di Benevento

Come il direttore dell’orchestra del Titanic, il Presidente della Provincia continua ad emanare “atti nulli e illegittimi” dopo essere stato sospeso dall’ANAC”.

Cosi i consiglieri provinciali del PD Giuseppe Antonio Ruggiero, Luca Paglia, Giuseppe Di Cerbo: “La Delibera dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) n. 269 del 23/03/2021 certifica, ribadendola, la gestione incompetente ed illegittima del Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria. L’ANAC ha dichiarato “illegittimi e nulli” gli atti di nomina sottoscritti da Di Maria in favore dell’avv. Nicola Boccalone perché emessi in violazione delle norme anticorruzione. Uno schiaffo netto da parte dell’ANAC che ha attestato quanto noi consiglieri del Partito Democratico abbiamo sostenuto e ripetuto da tempo: l’avv. Boccalone non poteva ricevere quelle nomine (son ben due!) perché letteralmente “incompatibile”. Questo Di Maria probabilmente non sapeva! Per di più, presumibilmente, non lo sapeva nemmeno la dott.sa Dovetto che, nelle funzioni di Resp. anticorruzione, avrebbe dovuto segnalare l’illegittimità delle nomine del Presidente.

Ancor più grave e irresponsabile è quanto accaduto nelle ore immediatamente successive alla notifica dell’ANAC: il Presidente, non pago degli strafalcioni già commessi, ha nominato la dott.sa Dovetto nelle funzioni lasciate dall’avv. Boccalone perché decaduto dalle medesime! Peccato che, lo sbadato Di Maria, non si sia accorto che anche la predetta nomina è illegittima e nulla! La norma, infatti, prevede e dispone che, a seguito di una nomina nulla, come stabilito dall’ANAC, chi ha prodotto tale nomina “non possa effettuarne altre per i successivi tre mesi”, come si può facilmente leggere nella stessa Delibera ANAC 269/2021.

Pertanto, delle due l’una: o Di Maria e la Dovetto non conoscono le norme, oppure, in mala fede, perseverano in una gestione illegittima della Provincia di Benevento, in spregio alla legislazione anticorruzione. In entrambi i casi, la situazione istituzionale è imbarazzante. Come se ciò non bastasse, da tale situazione discende anche che tutto l’odg dell’odierno Consiglio Provinciale (convocato per le 15:30 del 14/04/2021) non potrà celebrarsi perché tutti gli atti in discussione recano il parere contabile dell’avv. Boccalone dichiarato decaduto dall’ANAC. Insomma, la Provincia di Benevento è in stallo a causa della gestione dilettantesca di Di Maria. Difronte ad un quadro del genere, l’unico atto legittimo e dignitoso da parte del Presidente Di Maria può essere solo quello delle dimissioni“.

Print Friendly, PDF & Email