Sant’Agata de’ Goti, fauna selvatica: incidenti sul territorio e danni all’agricoltura

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo
Comunicato Stampa – Ufficio Stampa Comune di Sant’Agata de’ Goti

Pericolo fauna selvatica. Sempre più incidenti sul territorio e gravi danni all’agricoltura.

Da diverso tempo si registrano, sul territorio comunale, incidenti causati da cinghiali selvatici che attraversano strade pubbliche, mettendo a rischio l’incolumità di passanti e automobilisti. Nei giorni scorsi, uno degli ultimi episodi; protagonista uno sfortunato automobilista che è stato vittima di un grave incidente, causato proprio da un cinghiale che ha attraversato improvvisamente la strada.

“Stiamo registrando, dichiara l’assessore alle Attività produttive e all’Agricoltura del comune saticulano, Domenico Iannotta, sempre più casi e segnalazioni che riguardano questi animali selvatici che hanno letteralmente invaso le nostre aree montane e che, con sempre maggiore frequenza, si riversano a valle, causando danni ai terreni coltivati e mettendo a rischio l’incolumità di passanti e automobilisti.

Quello del proliferare della fauna  selvatica è un problema che riguarda molte realtà in diverse zone del paese e, sempre più spesso, la cronaca giornalistica riporta incidenti, anche gravi e mortali, causati da questi animali che lasciano i loro territori e si spingono nelle valli e nei centri urbani aggredendo ignari passanti, runner, agricoltori e provocando numerosissimi incidenti automobilistici. Il nostro territorio, prosegue l’assessore, prevalentemente agricolo e montano si estende per circa 63 chilometri quadrati e controllare questo fenomeno è praticamente impossibile senza l’intervento delle preposte autorità-istituzioni regionali.

Pertanto, questa Amministrazione comunale, con una nota ed un appello indirizzati alla Direzione Generale Politiche Agricole – UOD Ufficio centrale Foreste e Caccia e per loro tramite all’Assessore Regionale all’Agricoltura, ha chiesto un intervento al fine di limitare il  fenomeno e ridurre così i rischi connessi alla proliferazione ed alla circolazione di questi animali selvatici che con sempre maggiore frequenza si avvicinano ai centri urbani creando un serio pericolo per persone e cose.  I  danni che i cinghiali producono ai terreni coltivati e alle aziende agricole del nostro territorio sono, peraltro, incalcolabili dato che distruggono interi raccolti e compromettono il lavoro di un settore già vessato e martoriato dalla crisi socio-economica e dalla pandemia in atto”.





Print Friendly, PDF & Email