Sant’Agata de’Goti è ancora Bandiera Arancione del TCI

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo

Comunicato Stampa – Ufficio Stampa Comune di Sant’Agata de’ Goti

È terminata da pochi minuti la cerimonia nazionale di assegnazione e rinnovo delle Bandiere Arancioni – marchio di qualità per i piccoli comuni dell’entroterra – del TCI per il triennio 2021-23. Sono 262 le bandiere arancioni assegnate per il prossimo triennio dal Touring Club Italia. Un riconoscimento per il quale hanno presentato la loro candidatura oltre 3.200 borghi italiani ma che, dopo una serie di analisi degli standard richiesti, sono riusciti a ottenere soltanto l’8% dei “candidati”. 

“Siamo felicissimi di questo rinnovo che non era cosa né semplice né scontata, ha dichiarato a margine della cerimonia il sindaco Salvatore Riccio. Ora posso dire che questa Amministrazione avrà  l’onore e l’onere di vivere un triennio come città Bandiera Arancione del Touring Club italiano. Sebbene sia una conferma questa è per me Sindaco in carica da meno di un anno e per questa Amministrazione una nuova esperienza. Un’esperienza che ci apprestiamo a vivere nell’ottica di un rinnovato e proficuo rapporto di collaborazione con il TCI, consapevoli delle grandi opportunità che questo marchio offre ai comuni certificati.

Un riconoscimento che arriva in un momento certamente  difficile per il mondo intero, per l’Italia e per questa città ma che ci fa ben sperare e guardare al futuro con rinnovata fiducia. La Bandiera Arancione è un indicatore della qualità e delle caratteristiche d’eccellenza dei piccoli comuni dell’entroterra italiano, un marchio riservato ad una piccola percentuale di realtà locali rispetto alle migliaia di candidature che vengono presentate e valutate e noi siamo orgogliosi di essere parte di questa micro rete che è un generatore unico di interesse turistico ed un catalizzatore di flussi che contribuisce a migliorare e potenziare il rapporto domanda/offerta del settore.

I modelli di analisi territoriale offerti dal TCI rappresentano uno strumento prezioso per comprendere i punti di forza e i punti di debolezza del sistema turistico-ricettivo e per migliorarne le caratteristiche. La programmazione e lo sviluppo turistico di un territorio non possono essere affidati all’intuizione, al caso, alle coincidenze ma devono basarsi sempre più su modelli di analisi, statistiche e strumenti innovativi e tecnologicamente avanzati di promozione. La professionalità del circuito Bandiere Arancioni e la solidità del  TCI costituiscono un valore aggiunto inestimabile per la futura programmazione e lo sviluppo del nostro settore turistico.

Grazie, dunque, al TCI Bandiere Arancioni e ai professionisti interni all’Ente che con un lavoro eccellente e non semplice, hanno seguito l’iter procedurale e formalizzato la candidatura garantendo a questa città la riconferma di questo prestigioso riconoscimento.

Un ringraziamento per l’impegno costante all’assessore alle Politiche per il Turismo dr. Giovanni Pollastro, al responsabile dell’Area Amministrativa dr. Dario Ciervo, al referente Bandiera Arancione per l’Ente dr. Domenico Ascierto e a tutti i responsabili d’area e dipendenti che a vario titolo e con grande spirito di collaborazione hanno fatto sì che la Bandiera Arancione venisse riconfermata alla città di Sant’Agata de’Goti per il triennio 2021-23; Sant’Agata de’Goti, nel 2005 è stato il primo comune campano ad essere insignito del marchio Bandiera Arancione. Oggi 14 luglio 2021 questa città è ancora Bandiera Arancione del TCI. Come è immaginabile ricevere un riconoscimento non è facile ma riuscire a riconfermarlo dal 2005, ininterrottamente,  è certamente straordinario.

È straordinario perché la procedura di rinnovo a cui i comuni certificati vengono sottoposti è una procedura rigorosa ed altamente selettiva che richiede la verifica di numerosi parametri di qualità su servizi offerti, progetti realizzati, attenzione alle politiche ambientali e sviluppo sostenibile del territorio. E’ straordinario perché le difficoltà finanziarie, a seguito del dissesto del 2019 e le difficolta socio-sanitarie causate dalla pandemia scoppiata nel 2020, hanno messo a dura prova questo Ente sotto molteplici punti di vista, bloccando interi comparti come quello turistico-ricettivo.

Con questa conferma e con la certezza che insieme riusciremo a risollevarci contiamo di poter dare a questa città un volto nuovo e oggi possiamo dire che lo faremo con l’imprescindibile supporto del Touring Club Italiano e degli strumenti che vengono messi a disposizione dei comuni certificati Bandiera Arancione. Con uno spirito fatto di rigore e di qualità, di impegno e collaborazione  faremo di Sant’Agata una Città Nuova, sempre più attrattiva per un turismo sostenibile che offra e valorizzi le nostre eccellenze”.

Print Friendly, PDF & Email