“Taburno-Camposauro” nella rete geoparchi Unesco: valorizzare una delle aree protette più belle della Campania

postato in: Notizie dal Sannio | 0
Condividi articolo

Comunicato Stampa – Gabriele Pastore, Ufficio Stampa Consigliere Mortaruolo

“La Regione Campania – ha sottolineato il vicepresidente Mortaruolo – e la terza Commissione consiliare sono fortemente motivate a sostenere questa candidatura e siamo riuniti per definire il percorso da intraprendere al fine di dare il giusto risvolto e valorizzare una delle aree protette più belle della Campania. I Global Geopark sono aree geografiche con valore geologico internazionale gestiti secondo un approccio integrato sulle tematiche della tutela dell’ambiente, dell’educazione e dello sviluppo sostenibile. In questi anni con il presidente Caturano abbiamo lavorato sinergicamente per mettere in piedi un’ampia strategia di sviluppo sostenibile a partire dall’approvazione in Consiglio regionale di una legge a mia firma per la valorizzazione della sentieristica e della viabilità minore nonché intensificando la collaborazione con tutti gli enti e gli attori del territorio.

Questa straordinaria occasione della candidatura Unesco non va perduta perché costituisce un unicum per la Campania. Mi sono quindi immediatamente attivato per chiedere al Presidente De Luca l’adozione di una delibera finalizzata a supportare la candidatura, sulla scia delle adesioni formali da parte dei Comuni dell’area. Voglio inoltre sottolineare che ho presentato un emendamento al Collegato alla Stabilità 2021 per lo stanziamento di 50mila euro in favore del Parco del Taburno – Camposauro per sostenere tutte le attività connesse alla candidatura Unesco il cui punto di forza sono gli oltre 50 geositi individuati dagli esperti dell’Università degli Studi del Sannio – Dipartimento di Scienze e Tecnologie, di cui diversi sono di carattere internazionale”.

Ha poi aggiunto Mortaruolo: “Sempre nell’ambito del Collegato alla Stabilità 2021 ho inoltre presentato un emendamento volto a sostenere la realizzazione di una manifestazione importante che si terrà proprio sul Taburno – Camposauro. Sarà l’occasione per presentare a un pubblico vasto questa straordinaria candidatura. L’emendamento nasce pertanto dalla necessità di dare un segnale di ripresa facendo in modo che la crisi sia l’occasione per un rilancio che renda il settore turistico più competitivo a livello internazionale e che si creino le condizioni affinché la ripartenza avvenga nell’ottica dell’ecosostenibilità e del rispetto dell’ambiente, giacché la pandemia ha evidenziato che questi aspetti rappresentano priorità ineludibili”.

Print Friendly