Antonio Iesce: “Divieto cibo da asporto un’ordinanza irragionevole”

postato in: Notizie dalla Campania | 0
Condividi articolo

Riceviamo e pubblichiamo da Antonio Iesce.

A seguito dell’ordinanza 41 del Presidente De Luca dove continua a vietare ancora l’asporto , Antonio Iesce sulla sua pagina Facebook tuona: “Un’ordinanza un po’ irragionevole”.

L’ultimo DPCM del Presidente Conte consente, per alcune categorie, l’asporto a partire da lunedì 4 maggio. L’ordinanza regionale n. 41 di ieri sera invece la vieta.  Tanti si sono organizzati nei giorni scorsi, affrontando spese importanti, per espletare al meglio il servizio da asporto che è stato ancora vietato, in Campania, fino a domenica 10 maggio. Molti hanno provveduto alla sanificazione, all’acquisto di merce, ad una nuova predisposizione del locale per evitare assembramenti e quindi contatti, e altro ancora.

Questa decisione – secondo il mio modestissimo punto di vista – è irragionevole, crea ancora confusione e disorientamento e anche un ulteriore danno, soprattutto nei nostri piccoli comuni interni della Campania . Capisco che in questi giorni con l’arrivo di nuove persone dal nord c’è preoccupazione per l’innalzamento della linea del contagio e quindi si sta cercando di limitarla quanto più possibile, però almeno l’asporto, con le dovute precauzioni e protocolli di sicurezza, ora bisogna concederlo. Se si vuole si può! 

Mi auguro che in giornata venga rivisto tale punto dell’ordinanza regionale e si possa rimediare. Sono fiducioso (per ora)!

Print Friendly, PDF & Email