Accadde oggi: 20 agosto 1948, nasce Robert Plant, l’urlo dei Led Zeppelin

postato in: Accadde oggi | 0
Condividi articolo

Il 20 agosto 1948 nacque a Birmingham Robert Plant, uno dei più grandi cantanti rock di tutti i tempi, la voce urlante e graffiante dei Led Zeppelin. Ebbe un regolare curriculum scolastico fino alla prima adolescenza, quando rimase letteralmente folgorato dalla scoperta del blues e del rock’and’roll, generi a cui amava rifarsi mentre provava una certa venerazione per Elvis Presley. Era la prima metà del 1968 e il chitarrista Jimmy Page cercava una voce adeguata al sound che aveva ben plasmato nella sua mente per il suo nuovo gruppo. Page sentì per la prima volta il nome di Plant dal cantante Terry Reid che gli parlò del grande carisma di questa voce blues e caratteristica nella sua originalità e innovazione, che per la prima volta aveva sentito in un’esibizione in un locale di Birmingham, assieme agli Hobbstweedle. Page si recò a Birmingham e assistette alla performance di Plant, rimanendo davvero impressionato da tale carisma. A fine esibizione, Jimmy Page avvicinò Robert Plant e gli propose di raggiungerlo per qualche giorno nella sua abitazione galleggiante di Pangbourne, a Londra, per discutere di un progetto musicale nuovo. I due divennero amici, trascorsero diversi giorni ascoltando vecchi dischi blues e folk e confrontandosi senza sosta sul nuovo suono e sul nuovo impatto che il rock avrebbe dovuto avere negli anni Settanta. Ognuno di loro propose e si mise in gioco con nuove idee, e pian piano si diede vita a un gruppo affiatato con una grande alchimia tra i vari elementi.

La voce di Robert Plant è stata certamente considerata una svolta nell’idea del rock, innovativa nell’impostazione del canto, con l’alternanza di note dolci a vere e proprie urla. Grazie a essa si è fortemente caratterizzato lo stile del sound dei Led Zeppelin, appassionato, intenso, ricco e vibrante, portando all’apice del successo brani come Communication BreakdownImmigrant SongDazed and ConfusedSince I’ve Been Loving You e Whole Lotta Love. Celebri le parole di Page: “Quando gli ho fatto il provino e l’ho sentito cantare ho immediatamente pensato che ci fosse qualcosa di storto nella sua personalità o che fosse impossibile lavorarci insieme, perché semplicemente non riuscivo a capire come mai, dopo che cantava ormai da un po’ di anni, come mi aveva detto, non fosse ancora diventato una celebrità”.

Print Friendly, PDF & Email