Partecipiamo all’iniziativa per il 14 marzo: ANDRÀ TUTTO BENE

postato in: Attualità | 0
Condividi articolo

Non è facile spiegare ai nostri bambini quello che sta accadendo. Vorrebbero andare a scuola e giocare con i loro compagni, ma per ora la scuola si è trasferita a casa: compiti quotidiani e lezioni di scienze da svolgere con mamma e papà. Vorrebbero andare al parco a pattinare e, per quanto fare attività all’aria aperta non sia sconsigliato, i genitori evitano il più possibile di accontentarli. Vorrebbero andare a mangiare una pizza e guardare le loro partite di campionato con gli amichetti, vorrebbero fare una partita di calcio o andare a guardare un film al cinema. Nemmeno è facile, per i genitori, far capire che ora è il momento di ridimensionare, di attendere, di leggere, di guardare film alla tv, anche di annoiarsi. Di studiare e di riporre i libri senza dover preparare lo zaino per il giorno dopo. Di inventare giochi da fare con mamma e papà, di dover rimandare le visite ai nonni che non vivono nelle nostre case.

Ecco allora che nasce la simpatica, educativa e creativa iniziativa per coinvolgere i nostri piccoli. Prendiamo pennelli, timbri, pastelli e ritagli di giornali, stoffe, inchiostro colorato e quant’altro. Teniamoli impegnati con la creatività, nell’attesa del momento della condivisione che ritornerà quanto prima. Spieghiamo loro che la creatività può far emergere il lato buono delle situazioni difficili e che ci aiuta a esprimere le nostre paure e le nostre speranze.

Disegniamo su un grande foglio o su un lenzuolo bianco o cuciamo insieme a loro un grande arcobaleno con la scritta ANDRÀ TUTTO BENE, e adorniamolo con la fantasia di ognuno di noi. Il 14 marzo appendiamolo sui nostri balconi, fotografiamolo e condividiamolo sui social e con chi amiamo. La condivisione, in questi casi, è l’anima della speranza e dell’unione contro i periodi duri.

Print Friendly, PDF & Email