La rivincita delle tradizioni di una volta: il lievito naturale o Pasta Madre

postato in: Curiosità | 0
Condividi articolo

Negli ultimi anni si stanno riscoprendo le antiche usanze, quelle che vedevamo mettere in atto dalle nostre nonne e che nemmeno il progresso, la tecnologia, il consumismo hanno messo in oblio. E, diciamo la verità, in questo periodo di quarantena, stiamo diventando tutte più brave a impastare, panificare, infornare pizze, come spesso mai ci capita di fare. Un esempio di tradizione rinnovata è il lievito naturale, la Pasta Madre, a base di farina, zuccheri e acqua che, mescolati insieme e rinfrescati, fermentano spontaneamente. Si tratta di un’affascinante tradizione con i profumi e sapori di una volta, una pratica sempre più in voga che consente a tutti di iniziare a panificare in casa. E chi possiede questo tesoro, chi sa produrlo da sé, è ricco senza saperlo, e mette in pratica quei sani valori di condivisione, economia del dono, auto-produzione e riscoperta di antiche tradizioni.

Chi ha voglia di riscoprire il piacere della lievitazione ottenuta con la pasta madre, per realizzare cibi naturali e più digeribili, senza l’aggiunta di ingredienti pericolosi per la nostra salute e in grado di conservarsi a lungo nel tempo, può avvalersi, infatti, di una fitta rete di “spacciatori” sparsi un po’ ovunque lungo tutta la penisola italiana. Spacciatori buoni, di quelli da rutelare e preservare. Persone normalissime, non necessariamente cuochi provetti, spesso ai primi tentativi, che credono nel biologico e nelle tradizioni delle nostre terre. La pasta madre non muore mai. Sono tante le famiglie che la rinnovano da anni e anni. Ha solo bisogno di cure, costanti ma non eccessivamente complicate, basta coccolarla e il gioco è fatto. Occorre rinfrescarla almeno ogni settimana per dar vita a un ciclo infinito che può durare secoli e secoli. La mia pasta madre, quella che ho in frigo oggi, potranno usarla i miei nipoti un domani. Per cui, se ti piace l’idea di fare in casa pane, focacce e pizze con ingredienti naturali e sicuri, non resta che chiedere in regalo un pezzo di pasta madre e iniziare a panificare. E magari, una volta diventato più pratico, diventare a sua volta un gentile spacciatore. Non si accettano scuse, non voglio sentire che non si ha tempo, perché cinque minuti alla settimana li trovano tutti. Provate, perché la soddisfazione che se ne ricava è davvero impagabile. Clicca qui per sapere come prepararlo.

Print Friendly, PDF & Email