“Guardia sei tu”: proposte programmatiche per turismo e smart city

pubblicato in: Elezioni 2020 | 0
Condividi articolo

Comunicato Stampa – Barbara Serafini, Ufficio Stampa e Relazioni Media “Guardia sei tu”

Guardia Sanframondi è un vivo punto di riferimento dell’intera Valle Telesina e del Sannio. In continuità con la preparazione del dossier di candidatura del territorio della provincia di Benevento come Patrimonio Immateriale dell’Umanità, e con la rinomata autorevolezza dei soggetti coinvolti, nomi altisonanti quali Riccardo Cotarella, Marino Niola, Mauro Felicori, Giuseppe Marotta e altri, il borgo guardiese potrà beneficiare di grande visibilità a livello turistico. La lista Guardia sei tu, punta molto all’incentivazione turistica; non solo enoturismo, settore nel quale Guardia può dirsi fieramente in prima linea, ma anche, e soprattutto, focalizza il suo interesse primario sul concetto di ecoturismo e turismo rurale, facendo maggiormente riferimento alla tipicità dei prodotti, all’enogastronomia, mirando a un turismo slow, alle tradizioni, alla storia, all’arte e alla cultura.

Così il candidato sindaco Gabriele Sebastianelli: “Continueremo a muoverci sul percorso intrapreso con le esperienze passate, che hanno dato grande visibilità alla nostra zona, non solo a livello nazionale ma anche internazionale. Parlo, in primis dell’esperienza di ‘Sannio Falanghina –  Città europea del vino 2019’, che grande visibilità e impatto ha avuto sullopinione pubblica. Il Sannio può essere considerato ‘Terra di Falanghina’ e Guardia mira a mantenere il suo punto di forza come comune capofila da cui far partire ogni iniziativa futura. Guardia Sanframondi, inoltre, è un territorio altamente sostenibile e può e deve puntare su un turismo di qualità, che inviti a dare valore all’identità territoriale, ricercando progetti in grado di favorire e indurre un turismo ‘più diffuso’ e più ‘partecipato'”.

A proposito di un turismo più diffuso, dunque, nell’ottica di favorire un percorso sostenibile, ecosolidale, rispettoso del territorio e dell’ambiente, si incoraggerà e sosterrà la costituzione, nel centro antico del paese, dell’Albergo Diffuso, che non necessita di nuove costruzioni, piuttosto prevede che vengano effettuati, laddove sia necessario, interventi di recupero e ristrutturazione, con attività a impatto zero sull’ambiente. Tra le proposte programmatiche della compagine Guardia sei tu, mirate all’incentivazione turistica e nate grazie al confronto con i cittadini guardiesi, vi sono tour fra i vari territori, puntando alla cooperazione con gli altri comuni della Valle Telesina e a una proposta turistica integrata, che si apra a un progetto più ampio e che inglobi l’intera zona della Valle. Si intende valorizzare i gemellaggi in essere di Guardia Sanframondi e stipularne altri, per creare attività che diano ancora un volta rilievo alla cultura e alle tradizioni legate al paese e, inoltre, si punta a inglobare tutti i musei presenti nel territorio in un unico Polo museale e creare un Tavolo permanente del Turismo, inteso come luogo di confronto e laboratorio di idee per quanti vorranno dare un contributo per il miglioramento del borgo, oltre alla costituzione di un laboratorio di riscoperta dei vecchi mestieri e degli usi passati aperto a giovani e meno giovani che vorranno rivivere o imparare a conoscere aspetti identitari del nostro paese. “Riteniamo fondamentale mantenere vive le nostre tradizioni e, in particolar modo, teniamo al fatto che i giovani possano conoscerle e acquisire usi e costumi del passato per mantenere viva la memoria della nostra storia territoriale” – continua Sebastianelli.

Guardia sei tu, inoltre, vuole promuovere manifestazione sportive che siano legate al turismo e alla valorizzazione del territorio, riproponendo eventi come Giochinsieme, ovvero le famose Olimpiadi dello Sport della Valle Telesina, o la Maratona tra i vigneti, connubio perfetto fra sport e il paesaggio vitivinicolo che ci circonda. E proprio il territorio vitivinicolo è ulteriore punto di forza della linea programmatica inerente al turismo della compagine capitanata da Sebastianelli: percorsi nei vigneti, degustazioni open air, accompagnamento nelle campagne, per assistere alle varie fasi della lavorazione della vite, e nelle cantine, in collaborazione con operatori del settore e associazioni locali, per dare slancio e ancora più vitalità alla visione di un enoturismo di qualità, che punti alla valorizzazione del patrimonio agricolo e rurale guardiese, nel pieno rispetto della qualità ambientale e sostenibilità territoriale.

Guardia Sanframondi, per concludere, ha tutti i numeri per candidarsi a divenire una vera e propria smart city, grazie alla sua vivibilità ed ecosostenibilità, un borgo  intelligente in cui venire e restare, che ha tutte le caratteristiche per vivere una vita salutare e una migliorata condizione esistenziale, avviando un processo personale in cui progettualità e benessere possano coesistere e divenendo un laboratorio di innovazione sostenibile in cui sperimentare soluzioni, idee e progetti per un modello di insediamento a bassi costi e dal ridotto impatto ambientale, che possa imporsi positivamente anche sul mercato del turismo sostenibile e di qualità. Con l’opportunità data dal raddoppio ferroviario della linea Napoli – Bari e dall’innovazione digitale, in termini di allacciamento della banda ultra larga e dei collegamenti in fibra, per permettere di ottimizzare e migliorare le infrastrutture e i servizi ai cittadini, crea la possibilità, laddove sia fruibile, di incentivare allo smart-working. Inoltre, sono previsti incentivi fiscali per coloro che, singoli o famiglie, acquisteranno o ristruttureranno abitazioni del borgo antico, decidendo, al contempo, di viverci stabilmente. Verranno favoriti l’inserimento, nel territorio guardiese, di nuovi nuclei familiari attraverso benefici fiscali ed economici alle famiglie che stipuleranno un contratto di affitto per abitare a Guardia, iniziativa che sarà regolamentata attraverso la pubblicazione di un bando pubblico. Infine, si prevede l’istituzione di un Ufficio Comunale dedicato che sia in grado di fornire a italiani e stranieri tutte le necessarie informazioni per utilizzare al meglio opportunità, bonus e incentivi per rigenerare il patrimonio immobiliare e favorire nuove occasioni di residenza e ospitalità, italiane e internazionali.

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Print Friendly