Trapianto artificiale di cornea: dopo dieci anni riacquista la vista

postato in: Notizie dal mondo | 0
Condividi articolo

È il primo trapianto di cornea artificiale ed ha permesso a un uomo cieco da dieci anni di riacquistare la vista. È stato eseguito l’11 gennaio scorso presso il Beilinson Hospital in Israele, noto anche come Rabin Medical Center. L’uomo, di 78 anni, aveva perso la vista a causa di una cornea deformata e ora può vedere grazie al KPro: impianto artificiale che può sostituire una cornea deformata o opaca. Di cosa si tratta? Si tratta di un nanotessuto sintetico non degradabile, una sorta di sottile membrana che copre la superficie della palpebra e la parte bianca del bulbo oculare, la sclera. La procedura è stata condotta dalla startup israeliana CorNeat, che ha ottenuto l’approvazione per i test clinici nel luglio scorso, secondo un rapporto di Israel Hayom. Il dottor Gilad Litvin, direttore medico di CorNeat Vision e inventore del dispositivo ha affermato che la procedura è “relativamente semplice” e l’operazione ha richiesto meno di un’ora. Ecco le parole del professor Irit Bahar, capo dell’oftalmologia del Beilinson Hospital: ​“Il momento in cui abbiamo tolti le bende è stato emozionante e significativo. Momenti come questi rappresentano l’adempimento del nostro impegno come medici. Siamo orgogliosi di essere in prima linea in questo progetto emozionante e significativo che avrà senza dubbio un impatto sulla vita di milioni di persone”.

Print Friendly