Campania zona rossa: cosa si può fare e cosa no

postato in: Notizie dalla Campania | 0
Condividi articolo

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, ha firmato le nuove ordinanze che andranno in vigore a partire da lunedì 8 Marzo: la Campania passa in zona rossa. Di seguito le regole, cosa si può fare e cosa no:

  • Spostamenti dal comune: in zona rossa non è consentito spostarsi, anche all’interno del proprio comunel. Si può solo per motivi di lavoro, urgenza o salute. E per giustificarlo serve l’autocertificazione.
  • Spostamenti dalla regione: gli spostamenti tra regioni sono vietati fino al 27 marzo. Ci si può spostare solamente con autocertificazione e per i seguenti motivi: lavoro, urgenza, salute. 
  • Visite ad amici e parenti: non è consentito, in base al nuovo Dpcm Draghi, far visita ad amici e parenti, né fuori dal proprio comune né all’interno di esso. 
  • Seconde case: in zona rossa è vietato spostarsi verso le seconde case. Ma è consentito il “rientro”.
  • Bar e ristoranti: bar e ristoranti sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto e per la consegna a domicilio. 
  • Negozi aperti: i negozi in zona rossa sono chiusi. Restano aperte farmacie e punti vendita di beni di prima necessità.
  • Parrucchieri e centri estetici: in zona rossa parrucchieri, barbieri e centri estetici sono chiusi.
  • Sport: in zona rossa è consentita l’attività motoria in prossimità della propria abitazione e con l’obbligo di indossare la mascherina. L’attività sportiva è consentita solo in forma individuale. 
  • Mostre e musei: in zona rossa musei e mostre sono chiusi. 

Sul sito del Ministero della Salute puoi approfondire l’argomento in modo dettagliato: CLICCA QUI





Print Friendly, PDF & Email