Covid-19, De Luca fa il punto della situazione

postato in: Notizie dalla Campania | 0
Condividi articolo

Il Presidente della Regione Campania De Luca fa il punto della situazione Covid manifestando la sua preoccupazione sul pericolo dovuto agli scarsi controlli per i voli provenienti dall’estero. Riguardo alla Campania  sofferma la sua attenzione sulla preoccupante situazione del campo rom di Secondigliano, a Napoli. De Luca dice: “Abbiamo fatto 80 tamponi Covid, 8 positivi, 3 di questi erano venuti di notte dalla Serbia. Complessivamente sono rientrate dalla Serbia 30 persone. E questo conferma la necessità che il nostro Paese abbia un controllo sulle frontiere più serio e rigoroso dei giorni scorsi. Per quel che riguarda Secondigliano, lì oggi noi abbiamo una squadra dell’Asl Napoli 1 che lavora nel campo rom e controlla gli arrivi, cosa che dovrebbero però fare le forze dell’ordine e la polizia municipale. Noi abbiamo consegnato mille mascherine ad adulti e bambini“. Il Presidente aggiunge: “Ieri sono arrivati a Napoli 12 persone provenienti da Lampedusa, extracomunitari, portati a Napoli da associazione di volontari. I test rapidi erano negativi, noi abbiamo fatto i tamponi e uno dei 12 era positivo. Faccio appello a tutte le associazioni che abbiano massima attenzione e responsabilità. Ci stiamo sostituendo 9 volte su 10 a compito di forze dell’ordine e polizie municipali. Occorre bloccare i voli dagli Stati Uniti. Lì  se viene individuato un positivo col tampone, questo cittadino viene messo in quarantena per due settimane. Ma passate le due settimane non è che rifanno il tampone, sono liberi di stare in giro. Lo dico perché è capitato ad un nostro concittadino che dopo due settimane di quarantena da positivo ha preso un aereo ed è tornato in Italia. Era ancora positivo al Coronavirus“.

Print Friendly, PDF & Email