Il Cotugno e il Monaldi hanno vinto: reparti di rianimazione svuotati

Condividi articolo

L’Ospedale Cotugno di Napoli ha combattuto in prima linea contro il Covid ed è stato il primo ospedale ad accogliere i malati nei suoi reparti di rianimazione. Calano i positivi, i contagi e i decessi e anche la Campania sta cavalcando l’onda giusta. Sul Mattino di Napoli è riportata l’intervista al dottor Flagranza, primario del reparto di rianimazione del Cotugno: “La malattia sembra avere cambiato il suo volto, resta oggi circoscritta a pochi casi e di questi nessuno con complicanze broncopolmonari, prima manifestazione di una grave malattia sistemica né il quadro tromboembolico che avevamo imparato a riconoscere e che evolveva repentinamente in una insufficienza multiorgano sembra più affacciarsi al letto dei pazienti”. Anche il Monaldi ha chiuso il suo reparto di rianimazione al Covid la scorsa settimana. Ricorderete il post su Facebook del nosocomio napoletano: “RIANIMAZIONE COVID-1 Azienda Ospedaliera dei Colli: CHIUSA! #Èandatotuttobene questo è il nostro hashtag di questa terribile ma allo stesso tempo unica esperienza della nostra vita. Ovviamente tutto bene non è andato… Abbiamo visto cose che non dimenticheremo facilmente. Abbiamo lasciato famiglie per la loro sicurezza. Abbiamo condiviso paure e preoccupazioni ma nonostante tutto ABBIAMO VINTO“.

Print Friendly, PDF & Email