Riapertura anticipata e contributi affitti per centri estetici e parrucchieri

Condividi articolo

Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi, in una nota inviata al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha proposto la riapertura rapida di barbieri, parrucchieri, centri estetici e tatuatori, la previsione di un contributo a fondo perduto sull’affitto e regole certe per garantire la sicurezza di esercenti e clienti. Riguardo all’erogazione di un contributo per l’affitto, Zinzi ha proposto un contributo a fondo perduto per i tre mesi di chiusura delle attività, di almeno il 50%, con un massimale fino a 800 euro mensili. Ha proposto anche protocolli di sicurezza che prevedano la misurazione della temperatura all’inizio del turno per clienti e operatori; l’anticipazione degli orari in una fascia oraria compresa tra le ore 8 e le 22, anche nei giorni festivi; l’obbligo di guanti, mascherina, occhiali e visiera per gli operatori; la garanzia del servizio per un cliente alla volta e solo previo appuntamento; l’igienizzazione frequente di servizi e postazioni e cambio divisa ad ogni turno. “La riapertura dei saloni di bellezza è necessaria, per dare respiro alla categoria, ma anche per bloccare le attività domiciliari abusive che risultano pericolose per la salute dei clienti e per l’economia. La Fase2 deve coinvolgere anche parrucchieri, barbieri, titolari di saloni di bellezza, tatuatori e centri estetici in generale, garantendo ovviamente sempre servizi in piena sicurezza”.

Print Friendly, PDF & Email