Trans massacrata sotto casa: 40 punti alla testa

postato in: Notizie dalla Campania | 0
Condividi articolo

“Le cicatrici resteranno il dolore passerà ma nessuno mai più deve passare tutto ciò”, scrive Federica su Facebook. Ha 37 anni e ha subito un’aggressione violenta probabilmente solo perché è transessuale. L’episodio è accaduto nel palazzo di casa in via Arenaccia a Napoli, la notte tra mercoledì 3 giugno e giovedì 4 giugno.  La 37enne è stata massacrata di botte: calci, pugni ed un colpo alla testa che ha reso necessari 40 punti di sutura all’ospedale Cardarelli di Napoli dove è stata ricoverata. «Tornavo dal bar sotto casa dopo aver visto un’amica che faceva il compleanno -racconta Federica a Gaynews – Ricordo solo che mi hanno colpito violentemente e di essermi risvegliata solo quando la mia coinquilina ha chiamato aiuto. Ho ripreso a parlare solo due giorni fa. Qualcuno mi ha colpito alla testa inventando che ero ubriaca» «Mi hanno attesa sulle scale, nascosti e pronti a colpirmi». Continua a leggere su Ottopagine.it

Print Friendly, PDF & Email