Variante inglese, contagiato tra la prima e la seconda dose del vaccino: muore 52enne

postato in: Notizie dalla Campania | 0
Condividi articolo

Un operatore socio-sanitario di 52 anni, Ugo Scardigli, è deceduto nel casertano al Covid Center di Maddaloni. L’uomo ha manifestato i sintomi del Coronavirus tra la prima e la seconda dose del vaccino anti-Covid. La notizia è riportata da Fanpage.it: “Tra la prima e la seconda dose, che gli è stata somministrata il 3 febbraio, l’uomo ha cominciato a manifestare sintomatologia Covid, che si è aggravata dopo aver ricevuto la seconda dose. Ricoverato all’ospedale di Sessa Aurunca, al 52enne è stata riscontrata una grave polmonite e l’esito del tampone ha confermato la positività al Coronavirus”. Sempre da fanpeage.it apprendiamo: “Quando i medici hanno saputo che l’uomo aveva ricevuto anche la seconda dose del vaccino, si sono insospettiti: gli esami del 52enne, come da prassi in Regione Campania, sono stati inviati all’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno, che ha confermato come l’uomo fosse stato affetto dalla variante inglese del Coronavirus”.  

“In queste ore – spiega all’Agi il direttore dell’Asl di Caserta, Ferdinando Russo – sto leggendo di persone che dopo questo caso si stanno interrogando sull’efficacia del vaccino, vorrei tranquillizzare e precisare che purtroppo l’uomo è stato solo sfortunato perché ha contratto il Covid tra la prima e la seconda vaccinazione, quindi prima che potesse sviluppare gli anticorpi”.





Print Friendly, PDF & Email