Ceniccola: “Una legge per fermare la fuga dei cervelli dall’Italia”

Condividi articolo
Riceviamo e pubblichiamo – Fiorenza Ceniccola, Coordinatrice Forza Italia Giovani – Benevento

Nei giorni scorsi, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha chiesto di fare: “…una riflessione sulla fuga dei cervelli”. In attesa di leggere le analisi e le reazioni del mondo politico ed istituzionale a questa autorevole sollecitazione, una domanda nasce spontanea:

  • Perché i giovani scappano via dall’Italia e, in particolare, dal Mezzogiorno?

A mio avviso, una risposta possiamo trovarla andando a rileggere il dossier sulle povertà che la delegazione regionale  Caritas ha presentato lunedì 7 novembre u.s. a Napoli e prontamente “nascosta” da tante altre emergenze: “In Campania la povertà continua a crescere (peggio c’è solo la Puglia), si muore più che altrove e si nasce sempre meno, manca il lavoro (soprattutto per le donne) e la regione si sta letteralmente svuotando anche a vantaggio del Nord dove confluiscono le nostre migliori energie (in sette anni è scomparsa una popolazione di circa 300mila abitanti, quasi quanto il Sannio), le file dinanzi alle mense organizzate a Napoli dalla Caritas per dare un pasto caldo sono sempre più lunghe ed affollate (nel frattempo, la Regione non ha esitato a spendere circa 300-400mila euro per organizzare una manifestazione per dire no alla guerra)”. In sintesi, dinanzi ad una vera e propria desertificazione economica e sociale i più giovani e culturalmente attrezzati perché dovrebbero restare in Campania, maglia nera per la povertà? Pertanto, basta con le analisi e le riflessioni è arrivato il momento di agire. E io mi permetto di aggiungere: Fate presto!  Per dirla con l’indimenticabile Presidente Sandro Pertini.





Print Friendly, PDF & Email