Comunali: comizio e presentazione dei candidati della lista “Insieme Castelvenere –Di Santo Sindaco”

Condividi articolo
Comunicato Stampa – Uffiicio Stampa lista “Insieme Castelvenere” 

“Alla piazza abbiamo preferito il teatro, luogo di aggregazione e simbolo dello stare insieme, una location da troppi anni rimasta deserta”. Così Alessandro Di Santo, candidato a sindaco per la lista “Insieme Castelvenere”, motiva la scelta della sua squadra di tenere per domani sera (ore 20) il primo comizio elettorale e la presentazione ufficiale dei candidati nel teatro comunale all’aperto.

“La promozione dei nostri vitigni, della qualità e quantità dei nostri vini  – dice Di Santo – non può prescindere dalla valorizzazione del nostro territorio, caratterizzato da un borgo medievale e dalle sue caratteristiche ed uniche cantine tufacee che dimostrano la tradizione della produzione vinicola locale. Le cantine tufacee devono rappresentare il principale attrattore turistico per Castelvenere, come in più di un’occasione ha evidenziato anche il governatore della Campania Vincenzo De Luca”. “Per questo – continua Di Santo – ogni iniziativa volta alla promozione del nostro borgo, come avvenuto negli ultimi giorni ad opera della Pro Loco con la manifestazione ‘Degustiamo il Borgo’ e con la rappresentazione teatrale dedicata a Massimo Troisi da parte dei giovani ‘Artisti di periferia’ con la partecipazione straordinaria dell’attrice americana Clarissa Burt, troveranno in noi tutto il sostegno possibile”. “Sono occasioni – conclude Di Santo – di aggregazione e promozione anche a livello internazionale”.

A supporto della tesi di Di Santo interviene anche il professor Raffaele Simone: “ ‘Gli Artisti di periferia’, una nuovissima associazione teatrale di giovani talenti  provenienti da territori napoletani segnati da malavita organizzata e da fragilità sociali di ogni tipo, hanno portato in scena al Teatro Comunale di Castelvenere   una  pièce drammatica, ottimamente gestita tra musica, danza e parole, in memoria di due grandi artisti ed intellettuali campani, molto amati dal nostro popolo, Massimo Troisi e Pino Daniele, con ‘Finalmente insieme’.  Molti castelveneresi hanno partecipato entusiasti  allo spettacolo e tra essi numerosi giovani, che hanno apprezzato e  applaudito a lungo i bravi artisti.  ‘Gli artisti di periferia’ non hanno  solo il merito di  portare al popolo, in modo originale, l’arte e la personalità di  Troisi  e  Daniele, ma ancor più encomiabile è la loro azione di riscatto da condizioni di vita degradanti e disumanizzanti attraverso l’impegno e la produzione culturale: rappresentandosi, in questo modo, come stimolo e modello di un possibile percorso di liberazione e promozione umana ai giovani delle nostre comunità. Occorre in quest’opera – continua Simone – di non lasciare soli i giovani da parte delle Istituzioni. Occorre che l’azione politico-amministrativa dei governi locali, in sinergia con quella regionale e nazionale, investa nella promozione culturale dei giovani, permettendo loro di formarsi, fruire e produrre musica, teatro, danza, pittura, lettura, scrittura, in spazi e strutture  sociali  idonei ed aperti alla comunità, coinvolgendo attivamente le istituzioni scolastiche. Castelvenere ha una tradizione di esperienza tra i giovani, che è stata trascurata e va da subito ripresa e sostenuta dalle nostre Istituzioni locali, in particolare riguarda il percorso musicale e quello teatrale, a cui va aggiunta la promozione della lettura con una ben arredata e funzionante biblioteca comunale, come attivo luogo di conoscenza e incontri”.

“È questa la via maestra per vincere solitudini, fragilità, malavita, emarginazione e costruire solidarietà sociale e buonavita di comunità, coniugando memoria e futuro, unendo le generazioni e valorizzando intelligenze e risorse del territorio, con la consapevolezza che  ‘IL FUTURO HA UN CUORE ANTICO’”. 





Print Friendly, PDF & Email