Guardia, l’opposizione: “Necessaria una proroga dell’orario di chiusura dei pubblici esercizi”

Condividi articolo
Comunicato stampa – Barbara Serafini, Ufficio Stampa e Relazioni Media “Guardia sei tu”

Presentata una mozione all’Amministrazione Comunale a seguito del grido di aiuto di alcuni operatori commerciali

Lo scorso 1 novembre, il gruppo consiliare Guardia sei tu ha presentato una mozione all’Amministrazione Comunale di Guardia Sanframondi inerente alla possibilità di proroga dell’orario di chiusura dei pubblici esercizi cittadini. Ciò a seguito del grido di aiuto levato da alcuni operatori economici e da esercenti guardiesi che chiedono maggiore elasticità nella fissazione degli orari di chiusura delle proprie attività commerciali.

I consiglieri comunali di opposizione ritengono necessaria la ripresa economica e sociale del paese, specie dopo lo stallo dovuto alla pandemia, e considerano doveroso promuovere iniziative che procedano in tal senso.

“L’economia locale ha subìto una brusca battuta d’arresto alla propria crescita – precisa il gruppo consiliare – e purtroppo, complice anche la crisi generalizzata che ha colpito le tasche di ogni singolo cittadino, ci si è ritrovati al cospetto di considerevoli rincari, difficilmente sostenibili”.

Gli esercizi commerciali di Guardia competono quotidianamente con la concorrenza di paesi e città limitrofi e necessitano di una presenza costante e massiccia di utenti che abbiano la volontà di spendere tempo e risorse nel proprio comune e non altrove. Solo così si può immaginare di veder crescere un paese, a livello economico e sociale, contrastando lo spopolamento e promuovendo una valida azione di crescita territoriale, cominciando a porre le basi nel favorire un concreto sviluppo economico cittadino.

“Il perdurare delle relazioni e degli scambi interpersonali sono il punto focale per una vera e propria crescita sociale – proseguono i consiglieri di opposizione – e riteniamo necessari e indispensabili elementi di apertura verso le esigenze e le istanze dei cittadini, in particolar nei confronti degli attori economici, lavorando per promuovere attrattive e favorendo il turismo e l’arrivo di utenti da altri comuni“.

Negli ultimi anni gli esercizi commerciali hanno subìto danni economici considerevoli, anche a causa delle stringenti regole di rispetto dei protocolli di sicurezza socio-sanitari. Questo, purtroppo, è significato veder chiudere per sempre tante saracinesche di esercizi commerciali, generando una situazione difficile da affrontare e sotto certi aspetti allarmante.

È importante, dunque, incentivare azioni che valorizzino i luoghi di incontro e svago in cui poter socializzare, luoghi ricreativi, come i locali pubblici, che i giovani possano scegliere e in cui possano trattenersi il più a lungo possibile. Una comunità è tenuta a fare tutto ciò che è in suo potere affinché possa mantenersi viva ed è chiamata a evitare “fughe” di giovani verso altri luoghi ritenuti più attrattivi.

Non solo: “Le ordinanze sindacali – conclude il gruppo Guardia sei tu– devono rispondere a esigenze del momento storico in cui sono emanate e necessitano di essere revocate, ma anche parzialmente o integralmente modificate, in caso di mutate condizioni socio-economiche. Stiamo vivendo il difficile periodo storico della ripresa post-pandemica ed è proprio questo il momento di agire. Ecco perché, con la mozione presentata pochi giorni fa, abbiamo impegnato il sindaco a rivedere, con propria ordinanza, gli orari di chiusura dei locali pubblici di Guardia, ora fissati per la mezzanotte, chiedendo di protrarli nei tempi e nei modi consoni a soddisfare le motivate esigenze degli operatori del settore, ovviamente anche nel rispetto del quieto vivere cittadino“.





Print Friendly, PDF & Email