Guardia Sanframondi, un aiuto ai bisognosi: misure di solidarietà alimentare e sociale

Condividi articolo
Comunicato Stampa – Comune di Guardia Sanframondi

Come previsto dall’articolo 2 del decreto legge 23 novembre 2020, n. 154 recante “Misure finanziarie urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” e sulla base dell’ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 658 del 29 marzo 2020, il Comune di Guardia Sanframondi ribadisce la presenza di un apposito c/c bancario, già attivo presso il proprio tesoriere, nel quale cittadini e aziende potranno far confluire le proprie donazioni al fine di incrementare le azioni di solidarietà alimentari. Per partecipare alla raccolta straordinaria è possibile effettuare un bonifico su c/c bancario:Acceso presso la Banca ______ BANCO BPM____________Codice IBAN _____IT38 R 05034 75360 000000002767______indicando nella causale del versamento la dicitura “Comune di Guardia Sanframondi – Emergenza COVID-19”. I donatari potranno usufruire degli incentivi fiscali previsti dall’art. 66 del D.L. n.18/2020 come di seguito riportato. Art. 66 (Incentivi fiscali per erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto dell’emergenza epidemiologica da COVID-19)

1. Per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell’anno 2020 dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 spetta una detrazione dall’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

2. Per le erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto all’emergenza epidemiologica da COVID-19, effettuate nell’anno 2020 dai soggetti titolari di reddito d’impresa, si applica l’articolo 27 della legge 13 maggio 1999, n. 133. Ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive, le erogazioni liberali di cui al periodo precedente sono deducibili nell’esercizio in cui sono effettuate.

L’Amministrazione renderà noto costantemente l’importo delle donazioni. Si ringraziano tutti coloro che riterranno di supportare e contribuire alle misure di solidarietà alimentare che verranno poste in essere dall’amministrazione comunale in favore di nuclei familiari più esposti a effetti economici derivanti dall’emergenza e di quelli in stato di bisogno.





Print Friendly, PDF & Email